martedì, Dicembre 6, 2022
HomeNewsBlack Friday: Aumentati attacchi hacker bancari

Black Friday: Aumentati attacchi hacker bancari

Durante il Black Friday, con la corsa agli sconti, aumenta il numero di transazioni negli shop online e, di conseguenza, anche i potenziali attacchi hacker bancari. Quest’anno, la cifra totale ha raggiunto quasi i 20 milioni.

I dati sono emersi a seguito della pubblicazione di un’indagine specifica condotta dalla società di sicurezza Kaspersky. La company spiega i fatti nel dettaglio iniziando con un’introduzione relativa ai trojan bancari che non sono altro che gli strumenti utilizzati dai criminali informatici per attingere ai dati sensibili delle vittime ignare. Durante la stagione degli sconti, afferma Kaspersky, il fenomeno si amplifica in maniera molto notevole, coi criminali informatici che hanno la possibilità di accedere con molta più facilità al numero della carta di credito o di debito, alla data di scadenza e al CVV, oltre che alle credenziali di login al sito. Ottenendo queste info, poi i malintenzionati hanno la possibilità di svuotare il conto bancario dell’utente, utilizzare la carta per fare acquisti o vendere i dati nel dark web.

L’andamento del fenomeno

Nel 2021, era stato riscontrato un rapido calo dei numeri relativi a questa tipologia di attacchi bancari hacker durante il Black Friday. Quest’anno, però, i criminali informatici sembrerebbero essere tornati all’azione più agguerriti che mai. Nel 2022, infatti, il numero di attacchi è raddoppiato rispetto all’anno scorso e, a prescindere dal venerdì nero, il fenomeno rimane massivo durante tutto l’anno, con una crescita complessiva del 92% nel numero di rilevamenti.

Wallstreet English Torino

Sono molti i casi di pagine di phishing che abusano della formula d’acquisto Buy Now Pay Later a rate per adescare la clientela. Gli esperti consigliano, dunque, agli utenti, una navigazione sicura nei siti più blasonati, soprattutto in caso di acquisti ingenti e di evitare domini di nicchia e o pubblicità ingannevoli, oltre chiaramente, a munirsi di un antivirus abbastanza performante da segnalare e risolvere minacce di questo tipo alla fonte.

RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy