martedì, Dicembre 6, 2022
HomeScienza e TecnologiaDalle Molinette di Torino, un nuovo ausilio agli interventi cardiologici

Dalle Molinette di Torino, un nuovo ausilio agli interventi cardiologici

Arriva dall’Ospedale Molinette di Torino, il primo studio al mondo su un’Intelligenza Artificiale in grado di prevedere l’aritmia dopo un intervento di ablazione della fibrillazione atriale.

Si tratta di un ritrovato geniale ed avveniristico, orgoglio tutto italiano e, nella fattispecie, della Città della Salute di Torino, in grado di rivoluzionare il mondo della cardiologia. Lo studio, diretto dal Prof. Gaetano Maria De Ferrari è stato recentemente pubblicato su Europace, rivista di aritmologia di caratura internazionale. L’indagine dell’Ospedale Molinette di Torino ha mostrato con successo come l’AI in oggetto possa prevedere le aritmie nei pazienti soggetti ad interventi di ablazione della fibrillazione atriale. Trattasi della forma di aritmia cardiaca più comune. Oggi, essa colpisce una persona su venti a sessant’anni ed una ogni dieci dopo i settanta. Per curarla è possibile servirsi dei farmaci dedicati, ma sempre più spesso i medici consigliano gli interventi in questione.

Tutti i dettagli sul nuovo strumento d’ausilio alla cardiologia

L’operazione che ha interessato lo studio delle Molinette di Torino e lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale dedicata interessa l’inguine del paziente, passando dalle vene femorali, allo scopo di applicare energia per bruciare la porzione di cuore generatrice dell’aritmia. Non è sempre detto, però, che l’intervento di ablazione sia in grado di abolire l’aritmia. Nella fattispecie, i pazienti in cui si riscontra una dilatazione dell’atrio sinistro o o con aritmie di lunga data potrebbero tornare a soffrire il medesimo disturbo. Grazie alla nuova AI sviluppata in Città della Salute, è possibile prevedere il successo dell’intervento, evitando quelli ad elevata possibilità di fallimento.

Wallstreet English Torino

Fino ad oggi, infatti, non esistevano metodi affidabili con cui poter prevedere il successo dell’ablazione. Per questa ragione, l’Intelligenza Artificiale frutto della ricerca torinese si rivela provvidenziale per il mondo della cardiologia. Il sistema è stato creato attraverso l’utilizzo del più grosso registro multicentrico europeo di ablazioni della Società Europea di Cardiologia. Al suo interno, trovano spazio le caratteristiche specifiche dei singoli pazienti ed è disponibile alla fruizione gratuita online.

RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy