domenica, Agosto 7, 2022
HomeNewsIvrea, la provincia impone una tassa sul turismo

Ivrea, la provincia impone una tassa sul turismo

La provincia torinese ha introdotto una nuova tassa sul turismo.

Il Comune di Ivrea ha recentemente adottato una politica economica, basata sul suddetto provvedimento, volta a trasformare in introiti diretti la presenza di migliaia di persone in visita in città nel corso dell’anno. La provincia ha assunto questa decisione dopo il suo inserimento nella lista dei Comuni turistici del Piemonte. Ivrea, del resto, ospita ogni anno circa 32.000 turisti. Un numero cospicuo, visto le dimensioni della città e le diverse attrazioni offerte sul territorio.

La tassa turistica della provincia torinese: i dettagli

Viste le ristrettezze dell’emergenza pandemica e le limitazioni subite da festival e ricorrenze in termini di partecipazione, la tassa sul turismo imposta ad Ivrea si è presentata come una diretta conseguenza alle perdite degli ultimi anni. L’imposta sarà effettiva dal mese di settembre del 2022. Il Comune richiede, per ogni turista che dorme in hotel, 1.50 euro in tasse. Una cifra, quella definitiva, decisamente ridotta rispetto ai 3 euro dell’ipotesi iniziale. L’imposta non graverà su residenti, disabili, forze dell’ordine e bambini.

Wallstreet English Torino

Grazie alla tassa sul turismo imposta ad Ivrea, il comune ricaverà ulteriore denaro da reinvestire nell’offerta della città a livello di attrazioni. Il piano delle Istituzioni è quello di ricavare le opportune risorse per migliorare i servizi e proporre iniziative più attraenti per i visitatori. Ivrea è stato il primo comune della provincia torinese ad imporre la tassa sul turismo, seguendo un modello già osservato in diverse mete europee.

RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy