giovedì, Febbraio 22, 2024
HomeNewsInverno 2022 a Torino uno dei più caldi di sempre: i dati

Inverno 2022 a Torino uno dei più caldi di sempre: i dati

Negli ultimi giorni il clima si è fatto più freddo e c’è ancora bisogno che a Torino la gente porti i cappotti per sentirsi “al sicuro” dall’atmosfera, ma, nonostante tutto, per gli esperti la primavera è ormai giunta e proprio per questo sono state fatte delle importanti analisi che riassumono come l’inverno del 2022-2023 si sia presentato rispetto agli anni passati.

L’inverno 2022 a Torino e le anomalie del caldo

A dicembre 2022 le cose sembravano essere tornate in regola grazie a temperature che sembravano in linea con un inverno normale, aiutate dalle forti piogge che non sono mancate, fino a trasformarsi in neve per alcuni giorni nella città di Torino e nel resto della regione.

Tuttavia le cose sono cambiate quando è arrivato un anticiclone subtropicale che ha ribaltato la situazione facendo salire di nuovo le temperature. La salita sopra la media, che è stata superata di 1.2 °C, per un dato complessivo di 6.2 °C, ha scatenato inevitabilmente l’alta pressione.

Con questo risultato, l’inverno 2022 è diventato uno dei più caldi negli ultimi 270 anni, piazzandosi al quarto posto delle stagioni più calde dal 1753. Il dato mostra un inverno leggermente meno caldo rispetto a quello del 2021 che si posiziona nei primi tre posti con quello del 2020 e del 2007, senza contare quello del 2016 che condivide un ex aequo con l’ultimo.

Rischio siccità a Torino

Secondo i dati dei climatologhi, questa tipologia di inverno sempre più frequente ha creato un’evoluzione anomala che non è per niente associabile a quella degli inverni normali, i quali si manifestavano quasi sempre nella regione diversi decenni fa. Ma la cosa potrebbe creare guai anche nella primavera di quest’anno.

Da più di un anno il Piemonte ha problemi di siccità, ma se, con l’arrivo del caldo primaverile (al di là del freddo capitato negli ultimi giorni), le piogge non dovessero arrivare in quantità considerevole, tale siccità potrebbe diventare addirittura più forte rispetto agli ultimi mesi passati.

Andrea Barone
Andrea Barone
Sono un grandissimo amante di cinema ed adoro comunicare con le persone in qualsiasi modo possibile, specie se si può sfruttare il vasto mondo che è quello delle piattaforme in cui viviamo ora. Studio cinema e televisione all'università degli studi Suor Orsola Benincasa, faccio recitazione, ho un canale YouTube (chiamato TheAndryCinema98) dove mi esprimo sulla mia principale passione con tutto me stesso e sono anche il vice-caporedattore del sito Quart4 Parete.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy