giovedì, Maggio 19, 2022
HomeInnovazioneEntro il 2030 Torino sarà una città 'climaticamente neutra'

Entro il 2030 Torino sarà una città ‘climaticamente neutra’

LA Città di Torino si candida al progetto “100 Climate-neutral Cities by 2030by and for the Citizens”, ovvero a rientrare fra le 100 città europee climaticamente neutre, entro la fine di questo decennio. L’obbiettivo è riuscire a rendere cento città europee di esempio per una città ad impatto zero ed intelligente come modello da seguire.

Mission Board per il raggiungimento delle 100 città climaticamente neutre entro il 2030

La missione include la trasformazione di queste città in veri centri di sperimentazione e innovazione. Agricoltura, edilizia, trasporti, energia e molto altro, vanno a creare una situazione di emergenza climatica, perciò l’obbiettivo delle neutral cities va a braccetto con la strategia europea, già avviata, del Green Deal, la quale vuole un’Europa climaticamente neutra entro il 2050.

ArredareModerno

Fra le città in lista anche Torino, la quale si candida, impegnandosi a diminuire drasticamente le emissioni inquinanti entro l’anno 2030, termine della proposta della Mission Board.

Proprio ieri 25 gennaio 2022, la Giunta comunale ha approvato la proposta stessa di partecipazione da parte di Chiara Foglietta, assessora alla Transizione Ecologica e Digitale e alle politiche per l’Ambiente. Lei stessa dichiara:

“Questa candidatura fa parte delle azioni che la Città intende mettere in campo nell’ottica della transizione ecologica, che è tra i principali obiettivi che si è posta l’Amministrazione. Entrare nella lista delle cento città europee che si candidano a essere a impatto climatico 0 entro il 2030 è una sfida difficile e ambiziosa, che ci deve impegnare con forza e convinzione mettendo in campo azioni per la salvaguardia dell’ambiente che ci facciano fare un salto sostanzioso in questo decennio”.

Qualora Torino venisse inclusa nel progetto pilota, sarebbe di esempio, assieme ad altre 99 città, per la possibilità di un reale cambiamento climatico con la buona volontà della città e dei cittadini.

Le città del futuro dovranno essere smart e sostenibili, ad impatto zero sull’ambiente.

Federica Felice
Formata come Interior&Garden Designer, ho frequentato un corso di giornalismo che mi ha permesso di prestare servizi come copywriter e ghostwriter. Sono curiosa di natura e, tra i diversi interessi, ho la passione per la fotografia e i libri/film gialli.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy