giovedì, Maggio 19, 2022
HomeEnogastronomiaHeroes Torino Wine Week: quando il vino è molto di più

Heroes Torino Wine Week: quando il vino è molto di più

Nasce HEROES, il primo palinsesto di eventi nato in collaborazione con l’hub culturale OFF TOPIC. Un appuntamento mensile, dedicato al racconto e all’esplorazione degli atti eroici che si celano dietro a un buon bicchiere di vino. A partire dal 2 febbraio 2022 con il primo appuntamento.

Progetto HEROES: un format dedicato ad appuntamenti mirati con degustazioni

Torino Wine Week cresce, si diversifica e diventa il soggetto narrante che racconta, esplora e scommette sul vino, in tutte le sue sfaccettature. Non solo la settimana di Festival quindi, fra degustazioni, cene e masterclass che culminano nel Salone del Vino, ma anche tanti nuovi eventi di approfondimento durante l’anno.

ArredareModerno

Prese di posizione, passione, sacrificio, ricerca dell’eccellenza qualitativa e percorsi di sostenibilità ambientale. Una nuova finestra nasce per dare voce a chi il vino lo produce tutti i giorni e a chi vive la vigna e la cantina con rispetto, cura e attenzione.

Il format HEROES prevede in occasione di ogni incontro in programma da Off Topic due momenti distinti,  che seguono uno stesso fil rougeDalle 19 alle 21 un’occasione di incontro insieme ai produttori con degustazione di alcune etichette e, a partire dalle 21, anche una cena, declinata sui prodotti d’eccellenza del territorio di provenienza, accompagnata da ulteriori etichette, differenti da quelle presenti in degustazione. 

Il primo appuntamento sarà mercoledì 2 febbraio, dalle ore 19. Protagoniste le aziende del territorio di Bolgheri in collaborazione con la Provinciale Bolgherese.

Nate da un piccolo fazzoletto di terra nel cuore dell’alta maremma, complice anche un microclima unico – fra venti di mare e di terra capaci di donare freschezza ed eleganza 365 giorni l’anno –  queste aziende sono rimaste oggi indipendenti ed orgogliose. I produttori del territorio ci sveleranno come, attraverso il proprio ingegno e lavoro, sono riusciti a superare la dicotomia tra vino da tavola e i più famosi Super Tuscan, con prodotti d’eccellenza che parlano di identità specifiche produttive dei propri vignaioli.

Sette cantine presenteranno i loro prodotti con 4 vini in degustazione tra le 19 e le 21 e 3 vini di accompagnamento alla cena proposta da Off Topic (dettagli a seguire)

L’obiettivo di Torino Wine Week è quello di accompagnare il pubblico verso una scoperta del vino consapevole, valorizzando le filiere dal produttore al consumatore.

Fra i prossimi appuntamenti in programma anche un approfondimento sull’annata dei bianchi 2022 attraverso la lente di ingrandimenti di dodici aziende under 35. Un ritorno all’agricoltura che non è solo un viaggio culturale  e una scelta di vita, ma anche, e soprattutto, la nascita di nuove professionalità e di grande coraggio negli investimenti volti alla tutela paesaggistica e alla sostenibilità ambientale.

Un focus specifico sarà dedicato anche ai produttori dell’Alta Langa e i suoi muretti a secco, Patrimonio Unesco: da Cortemilia ai produttori di vino di Vesime e Perletto. Racconti di un mondo dove impegno eroico, unito a tradizione ed innovazione, sono stati in gradi  di restituire vitalità e orgoglio ad un territorio.

Il palinsesto prevede inoltre un incontro dedicato al grande patrimonio dei vitigni autoctoni: resa, evoluzione in bottiglia, e sentori che possono esprimere anche vitigni internazionali. Riscoprire vitigni autoctoni, ricominciare a coltivarli e vinificarli è oggi una vera e propria scommessa. Nei territori montani, queste scelte diventano oggi ancora più importanti e impervie. Proprio dai territori dell’alta Val Susa e della valle d’Aosta, si andrà alla scoperta di  vini unici.

Il costo del pacchetto degustazione dalle 19 alle ore 21, prevede l’assaggio di 4 etichette a 15 euro, in sconto a 12 euro se acquistato online. Il costo della cena a partire dalle ore 21, con prodotti e piatti tipici del territorio toscano accompagnata da 3 ulteriori etichette, è di 30 euro.

Fare riferimento a Off Topic per la prenotazione via WhatsApp al numero 3884463855

Per ulteriori informazioni visitare il sito: https://eventi.torinowineweek.it/

AZIENDE IN DEGUSTAZIONE DURANTE L’EVENTO DEL 2 FEBBRAIO 2022 

I TIRRENI, azienda agricola che nasce dall’ unione di intenti di due giovani (Dr. Agronomo Samuele Falciani e l’enologo Tommaso Rindi) che, oltre al percorso di studi, condividono la passione per la vite, il vino bianco e il vino rosso toscano. Desiderosi di intraprendere una strada imprenditoriale, hanno colto l’occasione per insediarsi in una delle zone più belle che il panorama vitivinicolo, e naturale, avevano da offrire: Bolgheri e l’alta Maremma. 

LA CERRETELLA, azienda che si suddivide in due comuni vicini tra loro, Cecina e Castagneto Carducci, si sviluppa nella zona DOC Terratico di Bibbona, circa tremila metri di vigneto, e nella località “La Cerretella”, costituita da circa 1,7 ettari impiantati a Cabernet Sauvignon, Syrah e Merlot. L’obiettivo è realizzare prodotti validi, espressione della personalità del produttore: serietà e giovinezza, passione e valori tramandati dai genitori. 

PODERE CONCA: il Podere, incastonato tra le campagne livornesi, affaccia sulla Via Bolgherese, chiamata  la Strada del Vino, a pochi chilometri da Marina di Castagneto, ed accoglie tra le sue mura una storia di passione, tradizione e famiglia. Podere Conca ha scelto di condurre vigneto e uliveta secondo le regole dell’agricoltura biologica e delle antiche tradizioni secondo cui la raccolta di uve e olive veniva eseguita rigorosamente a mano. Viene favorita la naturale fertilità del suolo e non sono impiegati prodotti di sintesi. 

CAMPESTRELLO I SOCCI. Frutto di una tradizione contadina più che centenaria, l’Azienda  Campestrello i Socci si estende per circa 12 ettari. Produce due grandi rossi di Bolgheri: il Bolgheri Superiore DOC Chiuso Tòrto ottenuto da uve di Cabernet Sauvignon, Merlot e Sangiovese e la tipologia Bolgheri Rosso DOC Campo all’Upupa  basato sul blend Cabernet Sauvignon e Merlot accompagnato da Sangiovese. Viene prodotto anche un vino Bianco Vermentino IGT ottenuto da uve vermentino, traminer e incrocio manzoni. L’obiettivo è di realizzare,  all’ interno di questo piccolo angolo di paradiso, vini piacevoli ed equilibrati che conservano il fascino discreto e silenzioso di un passato ricco di storia. 

TERRE DEL MARCHESATO: viticoltura sostenibile, rispetto del consumatore e del territorio; qualità e unicità, tradizione familiare, artigianalità e radici contadine, onestà e trasparenza; innovazione. Terre del Marchesato lavora un suolo integro e fertile, adotta sistemi di coltivazione a basso impatto ambientale che stimolino le difese naturali dei vitigni e la loro salute, riduce al minimo indispensabile gli interventi sul campo per salvaguardare il terroir di Bolgheri preoccuparsi sin nei dettagli della naturalezza dei vini. 

MELETTI  è un’azienda giovane, nata nel 2002. Giorgio Meletti Cavallari  ha costruito una cantina  tutta sua, partendo dall’ impianto dei primi vigneti, fino alla realizzazione della cantina ispirata a criteri di funzionalità e di praticità. L’azienda ora comprende 7 ettari vitati di proprietà e un nuovissimo agriturismo, lungo la famosa strada Bolgherese. 

LE GRASCETE è un’azienda vitivinicola a conduzione familiare dove si producono vini rossi Bolgheri DOC e DOC Superiore. Il buon vino è la loro migliore interpretazione dei profumi di questo angolo di Toscana. Le uve provengono da una vigna piantata su terreni declivi a sud-ovest tipici della fase argillosa e scheletrica di Bolgheri. Le forme di allevamento sono cordone speronato e una variante personalizzata dell’alberello. 

heroes Torino
Foto Ufficio stampa Torino Wine Week

ETICHETTE IN DEGUSTAZIONE IL 2 FEBBRAIO 2022 

  Degustazione dalle 19 alle 21 di 4 vini 

€ 15 euro (offerta per acquisto online € 12).  

https://eventi.torinowineweek.it 

Beccaia Vermentino (Az. I tirreni)  

Nel bicchiere si presenta giallo tenue con riflessi verdi. Si tratta di un vino rotondo e sapido, la cui freschezza esalta le note vegetali agrumate e floreali dolci del tarassaco che emergono appena versato. Seguono poi sentori fruttati di pesca. 

Vino perfetto per godersi a pieno piatti di pesce semplici e piatti di pesce della tradizione Toscana. Ideale per le crudité di molluschi e crostacei e come aperitivo.  

Pretto (Az Ceretella) , vino rosso rubino intenso, fruttato con note speziate.Diradamento delle uve in invaiatura; produzione di 1,5 Kg va/ceppo.Selezione delle uve in vigna, raccolta manuale in piccole cassette.Macerazione sulle bucce per 12 giorni.Fermentazione a temperatura controllata di 28/30° C.Fermentazione manolattica ed elevage in barriques di rovere francese di secondo passaggio di circa 4 mesi. 

Agapanto (Az.Podere Conca), agapanto da Agapanthus, fiore della famiglia delle Liliaceae originario del Sudafrica. Il nome deriva dal greco antico “agape” (amore) e “anthos” (fiore). 

Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Ciliegiolo. 

Colore Rosso intenso e vivace, al naso esprime note prevalenti di frutti rossi, in bocca ha una bella armonia e persistenza pur essendo giovane ed esuberante.  

Chiuso Torto(Az. Campastrello i Socci), Cabernet Sauvignon 70% Merlot 25% Sangiovese 5%. Colore rosso rubino intenso con riflessi porpora, limpido e brillante, si rivela gioioso nel bicchiere. Naso di buona intensità con buon frutto in evidenza. Si riconoscono la prugna matura e la ciliegia, immediatamente avvolte da una speziatura fine che ricorda il chiodo di garofano. Nel fondo si avvertono note più cupe e minerali di terra bagnata. 

Un rosso importante, di buona struttura ma equilibrato ed elegante, con una grande piacevolezza di beva. 

MENU CENA 2 FEBBRAIO 2022 ED ETICHETTE AD ACCOMPAGNARE 

Cena declinata sui prodotti di eccellenza del territorio toscano: € 30 comprensiva di 3 vini differenti rispetto alla degustazione, dalle 21. 

Prenotazione tavoli al Bistro di Off Topic. WhatsApp 3884463855 

Crostino con paté di fegato e cipolla caramellata 

in abbinamento Papeo (Az. Terre del Marchesato), vermentino vinificato come un grande rosso, macerato con bucce in barriques. Complesso ed elegante emerge per la sua avvolgente cremosità. 

 Coccoli fritti toscani e lardo di Colonnata 

– in abbinamento Borgeri rosso D.O.C. (Az. Meletti), Cabernet Sauvignon 40%, Merlot 40%, Syrah 20%,  macerazione prefermentativa a freddo (8/10° C), 8 mesi in barrique e 8 mesi in bottiglia. 

 Hamburger  di Chianina alla piastra  e patate   

– in abbinamento Bolgheri Rosso Superiore D.O.C.(Az.Grascete) , fermentazione alcolica spontanea in tini da 20 hl; macerazione di 20/25 giorni con follature manuali e rimontaggi giornalieri; nessuna aggiunta di coadiuvanti alla macerazione (enzimi estrattivi, tannini, …); fermentazione malolattica spontanea. Affinamento in botti di rovere francese per 18 mesi seguito da un affinamento in bottiglia di almeno 6 mesi.  

Crema di Mascarpone, cantuccini  e Vin Santo.

Federica Felice
Formata come Interior&Garden Designer, ho frequentato un corso di giornalismo che mi ha permesso di prestare servizi come copywriter e ghostwriter. Sono curiosa di natura e, tra i diversi interessi, ho la passione per la fotografia e i libri/film gialli.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy