lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeSportOlimpiadi a Torino nel 2026? Il sindaco Lo Russo mostra disponibilità

Olimpiadi a Torino nel 2026? Il sindaco Lo Russo mostra disponibilità

Torino intende svolgere un ruolo primario nell’organizzazione delle Olimpiadi 2026: il sindaco Lo Russo mette a disposizione gli impianti.

Olimpiadi 2026: Torino intende essere tra le protagoniste

L’organizzazione delle Olimpiadi 2026 Milano-Cortina sembra subire alcuni rallentamenti a causa dei rincari relativi ad energia e materiali, che hanno comportato un aumento significativo dei costi dei cantieri.

La città metropolitana di Torino non resta in disparte, considerando l’intenzione di svolgere un ruolo primario nel quadro delle Olimpiadi del 2026.

Per questo motivo il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, ha messo a disposizione gli impianti piemontesi e ha fatto alcune dichiarazioni a proposito delle Olimpiadi 2026 Milano-Cortina, rivolgendosi a Governo, Lombardia e Veneto.

Il sindaco Lo Russo mette a disposizione gli impianti piemontesi per le Olimpiadi 2026

Innanzitutto, Lo Russo afferma che  gli impianti di Torino 2006 sono a vostra disposizione”, proposta che si sposa bene con la necessità di far fronte ai costi crescenti dei cantieri.

In occasione della conferenza di fine anno della Città Metropolitana di Torino, il primo cittadino lancia il seguente appello:

“Abbiamo avviato un’interlocuzione con Pragelato per i trampolini e con Cesana per la pista di bob: queste strutture devono trovare una collocazione definitiva. Nel 2023 entrambi gli impianti necessitano di interventi: qualora le Olimpiadi 2026 dovesse avere esigenza di queste strutture, così come di altre, noi siamo a disposizione del Comitato Organizzatore

La città di Torino non soltanto ha a disposizione i trampolini e la pista di bob, ma anche l’Oval e il Palavela per gli sport invernali. Data l’ampia disponibilità di impianti della regione in vista delle Olimpiadi del 2026, Lo Russo conclude il suo discorso, dicendo:

Il nostro territorio si mette a disposizione del paese qualora, dovessero verificarsi ritardi e non fossero colmabili in altri termini. Io avrei tanto voluto che i giochi olimpici riguardassero anche Torino: sono eventi internazionali e tutto il sistema paese deve dare una mano”.

Nunzia Cipolletta
Nunzia Cipolletta
Laureata in Comunicazione. Interessata alla politica e alla società. Amante di Musica, Cinema, Arte e Letteratura.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy