domenica, Febbraio 5, 2023
HomeNewsGtt: le persone transgender potranno cambiare il nome sulla tessera bus

Gtt: le persone transgender potranno cambiare il nome sulla tessera bus

Una vera e propria rivoluzione nel contesto di Torino, dove le persone transgender potranno finalmente scegliere il proprio nome sulla tessera del bus. Si tratta di un’iniziativa prevista dall’assessore alle politiche sociali Jacopo Rosatelli, già annunciata all’inizio del mandato del nuovo sindaco di Torino e, a distanza di 10 mesi, ufficializzata attraverso un progetto che risulta essere molto complicato, così come spiegato dall’assessore, ma non impossibile. Si tratterebbe, in altre parole, di slegare l’identità anagrafica da quella elettiva, presente sulle tessere dell’autobus. Allo stesso tempo, si tratta di un obiettivo che la cittadinanza vuole sicuramente perseguire per assicurare la migliore libertà possibile alle persone transgender.

Il progetto di Comune di Torino e Gtt

Il nuovo progetto, che permetterà alle persone transgender di scegliere il proprio nome sulla tessera bus a Torino, è stato realizzato in coordinamento tra il comune di Torino, attraverso l’iniziativa dell’assessore alle politiche sociali Jacopo Rosatelli, e la rete Gtt. L’esponente della giunta è intervenuto a proposito della commissione RE.A.DY, la rete italiana delle Regioni, Province Autonome ed Enti Locali, per prevenire la migliore garanzia possibile alle persone transgender, per contrastare discriminazioni per orientamento sessuale o genere.

Wallstreet English Torino

La proposta tenta di garantire la migliore libertà possibile sia a chi ha già cambiato sesso, sia a coloro che non si riconoscono all’interno del proprio sesso biologico; in ultimo, sarà possibile tutelare anche coloro che si trovano in uno stato di transizione per diventare donna da uomo o uomo da donna. Jacopo Rosatelli, a tal proposito, ha dichiarato: “Stiamo lavorando con Gtt per creare un documento su cui sia indicata l’identità elettiva ed autentica, non quella anagrafica. Sembra facile a dirsi, ma molto complicata a farsi”.

Bruno Santini
Bruno Santini
Bruno Santini, 21 anni di Aversa (CE). Studente di marketing e scienze della comunicazione presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, già copywriter e articolista presso Wolf Agency di Moncalieri (TO) . Amante di attualità, cinema e musica, oltre che di ogni componente culturale insita in ogni paese.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy