sabato, Gennaio 28, 2023
HomeNewsChi era Giorgio De Ferrari, architetto di Torino scomparso a 91 anni

Chi era Giorgio De Ferrari, architetto di Torino scomparso a 91 anni

Si è spento all’età di 91 anni l’architetto Giorgio De Ferrari, chiamato amichevolmente anche “Dodo”. Sempre sorridente e luminoso, De Ferrari era uno stimolante docente alla scuola di Architettura a Torino. Rimarrà nella storia per il suo contributo immenso alla materia: ha introdotto il design applicato all’architettura, formando i suoi studenti con pratiche originali. Ecco chi era Giorgio De Ferrari, architetto di Torino scomparso lo scorso 28 novembre, a 91 anni.

Chi era Giorgio De Ferrari, introduttore del design applicato all’architettura

Innamorato dell’architettura, portata avanti con impegno politico e culturale e non come semplice costruzioni di edifici, Giorgio De Ferrari era un disegnatore di oggetti e un progettista integrale. Laureato al politecnico di Torino con Carlo Molino nel 1961 e assistente di Roberto Gabetti fino al 1969, la sua formazione lo porta a diventare un interprete della tradizione, creando una linea originale. Diventa poi assistente di Achille Castiglioni dal 1969, e nel corso dei decenni successivi lavora alla formazione dei programmi d’insegnamento e di un gruppo di designer che nei primi anni 2000 porterà alla costituzione di un autonomo corso di laurea di Design. Il suo apporto rimarrà nella storia, siccome è il primo ad aver introdotto il design applicato all’architettura.

Wallstreet English Torino

Docente alla scuola di Architettura a Torino, è riuscito con il sorriso, l’umorismo, la creatività che guarda sia al presente che al futuro, a innescare una passione per la materia nei suoi studenti, i quali oggi gli sono particolarmente riconoscenti. L’impegno politico di De Ferrari gli ha permesso di essere un architetto concreto e professionale: arriva alla presidenza della Società Ingegneri e Architetti in Torino e alla direzione della rivista “Atti e Rassegna Tecnica” dal 1992 al 1995. Ma va anche ricordato che è stato capace di fondare un suo progetto, cioè lo Studio De Ferrari Architetti nel 1983.

Le opere principali di Giorgio De Ferrari

Il suo approccio all’architettura si ritrova nello slogan rogersiano “dal cucchiaio alla città”. De Ferrari è risultato infatti concreto e originale: autore del cestino getta rifiuti come del palazzetto olimpico, dell’arredo della piazza come della forma della pensilina. Da disegnatore ha firmato prodotti seriali con aziende quali Alutecna, Elco, Fantoni, Gufram, Kartell, J.P. Decaux, Stilnovo. Riesce a sposare perfettamente il suo lavoro con il territorio della città di Torino, tanto da arrivare ad allestire ben due mostre di grande successo: “Torino Design” del 1995 e “Piemonte Torino Design” del 2006.

Christian D'Avanzo
Christian D'Avanzo
Cinefilo dalla nascita e scrittore appassionato. Credo fermamente nel potere dell'informazione e della consapevolezza. Da un anno caporedattore della redazione online di Quart4 Parete, tra una recensione e l'altro. Recente laureato in scienze della comunicazione - cinema e televisione presso l'università degli Studi Suor Orsola Benincasa.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy