venerdì, Giugno 14, 2024
HomeNewsFridays For Future: Piemonte "un pesce fuor d'acqua", la protesta

Fridays For Future: Piemonte “un pesce fuor d’acqua”, la protesta

Lo sciopero globale dei Fridays For Future torna in questi giorni. Il movimento ha sposato la causa “Green” per sensibilizzare le persone sul tema dell’inquinamento ambientale e i conseguenti cambiamenti climatici, e per protestare contro l’indifferenza delle istituzioni politiche. Attive diverse manifestazioni in tutto il mondo, anche in 50 città italiane. Il corteo tocca anche Torino, dove è stata lanciata l’accusa al Comune di star mal gestendo l’emergenza idrica.

Fridays For Future in Piemonte: protesta contro l’emergenza idrica

Lo sciopero globale contro i cambiamenti climatici e la crisi ambientale, viene portato avanti dai Fridays For Future. A Torino i manifestanti si sono riuniti intorno alle ore 9.00 preso piazza Castello. Il messaggio principale che è stato voluto lanciare durante il corteo, è un grido di protesta contro l’emergenza idrica mal gestita dal Comune della città.

La crisi idrologica ha colpito sensibilmente il Piemonte, che a causa della siccità ha visto costrette diverse attività alla chiusura. Problemi riguardanti gli allevamenti e le coltivazioni di prodotti tipici regionali, proprio a causa della mancanza d’acqua. La preoccupazione principale dei manifestanti riguarda l’indifferenza degli enti piemontesi a riguardo.

Il messaggio degli attivisti è stato composto dall’ammucchiata di pesce fresco lasciato di fronte la sede del Comune. Ma vicino al pesce è stato lasciato una scritta su uno striscione: “Regione Piemonte? Un pesce fuor d’acqua contro la siccità”. La manifestazione ha poi ripreso intorno alle ore 10.00, in direzione piazza Solferino.

Il percorso dei manifestanti a Torino contro la crisi idrologica

In piazza Solferino, i manifestanti hanno lanciato un messaggio anche alla sede del Consiglio Regionale di Palazzo Lascaris. Il gruppo Extinction Rebellion, unitosi alla causa, ha fatto partire un flash mob tra le persone nei pressi della Fontana Angelica. Lì è stata lanciata della vernice rossa nell’acqua, simbolo del sangue.

Inoltre, presenti tre ragazze travestite da sirene fintamente decedute sul bordo della fontana. Uno striscione, ad accompagnare quest’atto di protesta, che appeso sulle statue in alto recita così: “acqua per tutti o champagne per qualcuno?”. Un rappresentante di Fridays For Future ha poi dichiarato: “La crisi climatica è sotto i nostri occhi la siccità è senza precedenti. Vogliamo giustizia climatica ora”.

Il consigliere regionale del PD, Diego Sarno, ha risposto di essersi già attivato e di non poter fare più di quanto annunciato: “Ho chiesto di spendere per un piano comunicativo di emergenza per arrivare a tutti i cittadini piemontesi. È importante fare passare il messaggio”.

Christian D'Avanzo
Christian D'Avanzo
Cinefilo dalla nascita e scrittore appassionato. Credo fermamente nel potere dell'informazione e della consapevolezza. Da un anno caporedattore della redazione online di Quart4 Parete, tra una recensione e l'altro. Recente laureato in scienze della comunicazione - cinema e televisione presso l'università degli Studi Suor Orsola Benincasa.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy