giovedì, Giugno 20, 2024
HomeNewsFlash mob di +Europa: ciocche di capelli tagliate per sostenere le battaglie...

Flash mob di +Europa: ciocche di capelli tagliate per sostenere le battaglie per la libertà in Iran

Torino. +Europa organizza un flash mob in segno di solidarietà alle donne iraniane. Partecipano attivisti e cittadini iraniani. Le ciocche di capelli tagliate verranno spedite all’ambasciata di Roma.

Il flash mob di +Europa per le donne iraniane

In via Sant’Ottaviano, a poca distanza dall’Università degli studi di Torino, ha avuto luogo un flash mob organizzato da +Europa a cui hanno partecipato attivisti e cittadini iraniani.

I partecipanti all’iniziativa hanno preso parte al dolore del popolo iraniano che lotta coraggiosamente, anche a costo della vita, per combattere la repressione e riconquistare la libertà.

Beatrice Pizzini, coordinatrice di +Europa Torino, ha affermato: “Vogliamo dimostrare vicinanza e solidarietà, e dalla nostra città vogliamo arrivare fino a Teheran.

Il taglio di capelli simbolo della battaglia iraniana

I presenti hanno espresso vicinanza e solidarietà al popolo iraniano tagliando ognuno una ciocca di capelli. Il taglio dei capelli è ormai il gesto simbolo della lotta per la libertà in Iran, ed è anche un modo per ricordare Mahsa Amini, la giovane donna che ha perso la vita in Iran a seguito di un arresto, motivato dal fatto che il velo della ragazza sembra non fosse stato indossato correttamente.

Nel quadro drammatico delle repressioni in Iran, il taglio dei capelli è un piccolo gesto a cui chiunque può partecipare per mantenere viva l’attenzione dell’opinione pubblica sulla questione.

A rendere il tutto ancora più significativo, i manifestanti a Torino raccoglieranno le ciocche di capelli tagliate per spedirle alla sede di Roma dell’Ambasciata dell’Iran.

“Sveliamo la libertà”: lo slogan del flash mob di +Europa

Proprio di fronte al Palazzo Nuovo di Torino è collocata una statua, l’Eco, che i presenti hanno prima coperto con un velo scuro e successivamente riscoperto, liberato.

Simbolico il legame con il titolo dell’opera scultorea: si tratta della stessa eco che i manifestanti vogliono fare propria in modo da diffondere quanto più ampiamente possibile un messaggio di libertà e di solidarietà nei confronti di chi combatte per difenderla.

In questi termini assume significato lo slogan scelto da +Europa per l’iniziativa: “Sveliamo la libertà”.

Nunzia Cipolletta
Nunzia Cipolletta
Laureata in Comunicazione. Interessata alla politica e alla società. Amante di Musica, Cinema, Arte e Letteratura.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy