mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeNewsArrestato un colombiano in Corso Mediterraneo: era in possesso di oltre un...

Arrestato un colombiano in Corso Mediterraneo: era in possesso di oltre un chilo di droga

Un colombiano di 32 anni è stato arrestato per spaccio. Le autorità hanno trovato nel suo appartamento oltre un chilo di droga, dopo che gli inquilini hanno riferito agli agenti di polizia il continuo bussare alle porte degli appartamenti. Di seguito tutte le informazioni.

Arrestato dalla polizia un colombiano di 32 anni: era in possesso di oltre un chilo di droga

A Torino, in particolare in un palazzo di Corso Mediterraneo, nelle prime ore del mattino dei giorni precedenti, dopo che gli inquilini hanno riferito agli agenti di polizia il continuo bussare alle porte degli appartamenti, c’è stato il pronto intervento delle forze dell’ordine.

In quello stesso stabilimento, un uomo incontrato dagli agenti era seduto sulle scale e ha indicato di abitare lì. Quando la Polizia ha intimato a quest’ultimo di aprire la porta del suo appartamento, poiché sospettato, l’ambiente è stato invaso da un forte odore di marijuana.

L’arresto il 2 gennaio 2023 per detenzione di sostanza stupefacente

Il 2 gennaio 2023 il colombiano di 32 anni, fortemente indiziato per detenzione di sostanza stupefacente, è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di P.S. San Paolo. Ciò alla luce di quanto ritrovato dai poliziotti nell’appartamento dell’uomo.

Il cittadino colombiano è stato colto in flagrante, siccome era in possesso di oltre un chilo di droga ai fini di spaccio. Infatti la Polizia ha trovato nel soggiorno un borsone contenente 500 grammi di marijuana e diversi panetti di hashish di complessivamente 600 grammi.

Christian D'Avanzo
Christian D'Avanzo
Cinefilo dalla nascita e scrittore appassionato. Credo fermamente nel potere dell'informazione e della consapevolezza. Da un anno caporedattore della redazione online di Quart4 Parete, tra una recensione e l'altro. Recente laureato in scienze della comunicazione - cinema e televisione presso l'università degli Studi Suor Orsola Benincasa.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy