martedì, Settembre 27, 2022
HomeEnogastronomiaLe Città del Vino di Alto Piemonte e Gran Monferrato si candidano...

Le Città del Vino di Alto Piemonte e Gran Monferrato si candidano a Territorio Europeo del Vino 2024

Territorio Europeo del Vino 2024. L’Alto Piemonte a braccetto con il Gran Monferrato, si candidano e uniscono le forze per questo importante progetto.

Territorio Europeo del Vino 2024: Alto Piemonte e Gran Monferrato si candidano

L’Associazione Nazionale Città del Vino, nata nel 1987, vuole espandere la cultura del vino locale; l’Alto Piemonte e il Gran Monferrato, territori con una grande tradizione vitivinicola, uniscono le forze per candidarsi come Territorio Europeo del Vino 2024.

Wallstreet English Torino

Ufficialmente, la prima alleanza è stata sigillata con l’Assemblea dei Comuni Città del Vino, la quale comprende: Borgomanero, Briona, Barengo, Boca, Bogogno; Fara Novarese, Gattinara, Ghemme; Maggiora, Mezzomerico; Romagnano Sesia, Sizzano, Suno; Vigliano Biellese, Villa del Bosco dell’Alto Piemonte ed Acqui Terme. Inoltre, Casale Monferrato e Ovada del Gran Monferrato, con l’aggiunta delle provincie sostenitrici, come Alessandria, Biella, Novara, Verbano Cusio Ossola e Vercelli.

Con la nuova candidatura a Territorio Europeo del Vino 2024, il Comitato ‘Alto Piemonte-Gran Monferrato’ prenderà sede presso l’Enoteca Regionale di Gattinara e sarà composto da:

  • Mario Arosio, Presidente;
  • Danilo Rapetti;
  • Davide Maria Giordano;
  • Davide Temporelli;
  • Umberto Stupenengo.

Il delegato piemontese, nonché vice presidente dell’Associazione, Stefano Vercelloni, informa:

“Le Città dovranno organizzare eventi culturali che tengano in considerazione la tutela e la cultura tradizionale e vitivinicola, dimostrare sensibilità e rifletterla sul programma di attività presentate nella richiesta di candidatura”.

E, Vittoria Poggio, assessore comunale alla Cultura, Turismo e Commercio sottolinea che il vino e tutto ciò che ruota attorno ad esso, come le cantine ed il paesaggio, sono componenti importanti e motore economico per attrarre i visitatori ed incrementare quindi il turismo.

Infine, Matteo Marnati, assessore regionale all’Ambiente, afferma che:

“La valorizzazione di un territorio passa anche attraverso la promozione dei prodotti locali, specie se, come nel caso del comparto vitivinicolo, rappresentano autentiche eccellenze riconosciute in tutto il mondo, oltre a costituire un settore strategico per l’Italia e per il nostro Piemonte.
Dobbiamo lavorare tutti insieme, unire le forze e le eccellenze”.

Federica Felice
Federica Felice
Formata come Interior&Garden Designer, ho frequentato un corso di giornalismo che mi ha permesso di prestare servizi come copywriter e ghostwriter. Sono curiosa di natura e, tra i diversi interessi, ho la passione per la fotografia e i libri/film gialli.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy