domenica, Agosto 7, 2022
HomeEconomiaLavoro precario in Italia, in Piemonte solo lo 0,7% di indeterminato -...

Lavoro precario in Italia, in Piemonte solo lo 0,7% di indeterminato – Si segua modello spagnolo

Presso l’Auditorium del Santo Volto di Torino si sta svolgendo, tra ieri ed oggi, il XII congresso sulle questioni economico – sociali piemontesi, dove si è dibattuto specialmente sul tema della precarietà sul lavoro. In Piemonte, al 2021, soltanto lo 0,7% dei contratti di lavoro è risultato a tempo indeterminato, che tradotto in numeri sarebbero 262 su 38.570 (Fonte Ansa).

Lavoro precario in Italia – Bisognerebbe seguire il modello spagnolo

Ad affermare questi dati è il segretario generale della Uil Torino e Piemonte, Gianni Cortese, il quale vuole proporre al Governo nuovi modelli di accordi, per ridurre il precariato e i conseguenti infortuni e morti sul lavoro di dipendenti non assicurati o in regola. Si conta che 3 su 4 incidenti sul lavoro sono derivanti proprio dai lavoratori, uomini e donne, con contratti precari. Nel 2021, si sono contati 1.221 morti sul lavoro, di questi, 111 sono avvenuti proprio in Piemonte.

Wallstreet English Torino

A presenziare in queste 2 giornate di congresso ci sono anche governatore del Piemonte, Alberto Cirio e il sindaco di Torino,  Stefano Lo Russo, oltre ad un ospite onorario quale Dario Arrigotti, console dell’Ucraina. Lo slogan del congresso di questi 2 giorni recita: “insieme per costruire un futuro con più diritti e meno disuguaglianze”.

Quello che vorrebbe Cortese è ripercorrere i passi fatti dalla Spagna in materia del lavoro l’anno scorso. Dove le assunzioni a tempo indeterminato sono aumentate del 40% da dicembre 2021 ad oggi.

Cosa ha cambiato la Spagna? Si parla di riforma di Capodanno, messa a punto dalla ministra del Lavoro spagnola, Yolanda Díaz, dove i contratti precari e quelli stagionali sono stati strettamente limitati.

In sostanza, si sono aumentati i costi dei contratti precari, facendoli divenire inconvenienti all’azienda che li usa per non attuare l’indeterminato.

Infine, si è vista una riduzione anche dei cosiddetti “minijobs”, ovvero dei contratti settimanali della durata di 7 giorni.

Federica Felice
Federica Felice
Formata come Interior&Garden Designer, ho frequentato un corso di giornalismo che mi ha permesso di prestare servizi come copywriter e ghostwriter. Sono curiosa di natura e, tra i diversi interessi, ho la passione per la fotografia e i libri/film gialli.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy