martedì, Ottobre 19, 2021
HomeEconomiaElezioni Torino: cala drasticamente l'affluenza, -20% rispetto al 2016

Elezioni Torino: cala drasticamente l’affluenza, -20% rispetto al 2016

Le elezioni di Torino hanno mostrato una tendenza sostanzialmente negativa rispetto al 2016, quando l’affluenza dei votanti era stata notevolmente superiore. Stando ai dati che sono stati oggetto di interesse da parte della piattaforma YouTrend, l’affluenza all’interno del comune piemontese è diminuita di 20 punti in percentuale, per quanto vadano effettuate delle considerazioni a proposito della modalità di voto e della differenza nei candidati sindaco di Torino. Ma quali sono le motivazioni che hanno portato l’affluenza alle elezioni di Torino a diminuire così tanto?

I numeri dell’affluenza alle elezioni di Torino del 2021

I numeri relativi all’affluenza alle elezioni di Torino non sono confortanti per i cittadini, per quanto l’attuale sindaca della città – Chiara Appendino – abbia incitato i cittadini a votare per quel che concerne le amministrative del 3 e del 4 ottobre del 2021. Le caratteristiche differenti nella realtà delle elezioni di Torino del 2021 hanno determinato un drastico calo dell’affluenza all’interno del comune; nel 2016, l’affluenza dei votanti era stata del 57,18%, nell’unico giorno di elezioni predisposto per i votanti. Il primo dei due giorni di elezione nel comune di Torino, invece, ha mostrato una diminuzione di oltre 20 punti in percentuale, con un’affluenza riscontrata al 36,5%.

ArredareModerno

Ovviamente, si tratta di numeri che dovranno godere dell’aggiornamento relativo al 4 ottobre 2021, nel quale sarà possibile votare fino alle ore 15, quando inizieranno gli spogli delle urne; l’affluenza è calata anche all’interno delle periferie, dove era stata particolarmente premiata Chiara Appendino in occasione delle elezioni di Torino del 2016. L’unico trend stabile è quello del centro di Torino, all’interno del quale i numeri non sono sostanzialmente cambiati.

Perchè l’affluenza alle elezioni di Torino è diminuita?

Sono diverse le motivazioni che sono state offerte a proposito di un drastico calo in percentuale in materia di affluenza alle elezioni di Torino. Innanzitutto, in occasione delle elezioni di Torino del 2016, era stato soltanto uno il giorno predisposto per votare, dunque – non essendo possibile votare anche in occasione del giorno degli spogli delle urne -, la concentrazione dei votanti era stata maggiore in occasione dell’unico giorno previsto.

In secondo luogo, un’altra possibile motivazione identificata dalla piattaforma YouTrend, è dovuta alla differenza nei candidati sindaco. Sostanzialmente, le zone che hanno visto una percentuale minore di votanti sono quelle che, nel 2016, avevano premiato Fassino, sindaco uscente ed esponente del partito democratico. All’interno di queste zone, mancando la figura in questione, è stata minore anche l’affluenza alle urne, così come anche all’interno delle periferie che avevano premiato l’attuale sindaca Chiara Appendino, assicurandole la vittoria al ballottaggio.

Bruno Santini
Bruno Santini, 21 anni di Aversa (CE). Studente di marketing e scienze della comunicazione presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, già copywriter e articolista presso Wolf Agency di Moncalieri (TO) . Amante di attualità, cinema e musica, oltre che di ogni componente culturale insita in ogni paese.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments

Privacy Policy Cookie Policy