giovedì, Maggio 30, 2024
HomeCulturaTorino e la Giornata Internazionale della Guida Turistica: visite gratuite e dati...

Torino e la Giornata Internazionale della Guida Turistica: visite gratuite e dati emersi sul settore turistico

Sta per arrivare un’altra stupenda iniziativa per i torinesi e turisti, a favore della storia e della cultura, grazie all’Associazione GIA Piemonte – Guide,
Interpreti e Accompagnatori Turistici del Piemonte
, aderente ad Ascom Confcommercio Torino e Provincia, con la preziosa collaborazione dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino e dell’Associazione Le Vie del Tempo.

Giornata Internazionale della Guida Turistica


Per la Giornata Internazionale della Guida Turistica, istituita nel 1990 dalla World Federation of Tourist Guide Associations (WFTGA), sabato 25 febbraio ci sarà occasione di partecipare a visite guidate gratuite alla scoperta della Torino settecentesca.

Ogni anno le tante guide turistiche di varie nazioni si mobilitano per far conoscere la loro realtà attraverso visite ed itinerari gratuiti rivolti a tutti gli appassionati e i curiosi.


Negli ultimi anni precedenti la pandemia, la Giornata Internazionale della Guida ha avuto
oltre 20.000 visitatori e partecipazioni in tutta Italia e Torino è stata una delle città che
maggiormente ha contribuito al successo ottenuto.

Per partecipare alle visite è necessario prenotarsi via mail : info@giaturismo.it

Allo stesso indirizzo email e sito sarà possibile chiedere maggiori informazioni sul tour.


In occasione della ricorrenza, le guide turistiche GIA di Torino hanno anche fatto il punto sullo stato di salute del settore. Dall’indagine effettuata dai professionisti GIA/ASCOM è
emerso che per il 50% l’attività attuale è equiparabile a quella pre-pandemica,
mentre per il 23% è addirittura aumentata. Per il 2023 quasi la metà prevede un incremento dell’attività (46%) e il resto prefigura comunque una ‘tenuta’ (54%) rispetto al 2022; nessuno teme una flessione.

Sicuramente, questi aumenti sono dovuti anche grazie a nuove forme di attività sviluppate durante la pandemia, come le visite virtuali, che secondo l’85% degli operatori saranno mantenute anche nei prossimi anni.

L’evento un’ottima occasione per affrontare l’importante questione nei confronti di alcune professioni del settore, che soffre ancora di scarsa attenzione ed è profondamente colpita da svariate forme di abusivismo, ma importanti per la valorizzazione dell’immenso patrimonio artistico e culturale italiano e per la divulgazione della sua conoscenza.

Alla base della lotta all’abusivismo c’è la necessità di riconoscere l’istituzionalista della figura della guida turistica.

Cristina Taverniti
Cristina Taverniti
Torinese con la passione per la scrittura e per la fotografia. Credo fermamente che ogni giorno ci sia una storia che valga la pena d'essere raccontata e conosciuta. Ho frequentato l'Albe Steiner e l'università degli studi Alma Mater di Bologna, facoltà Tecniche e culture della Moda, ma non smetto mai d'imparare e conoscere cose nuove!
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy