domenica, Settembre 26, 2021
HomeCulturaPiazza Statuto: installati i "dissuasori d'artista" realizzati dalla torinese Alice Arduino

Piazza Statuto: installati i “dissuasori d’artista” realizzati dalla torinese Alice Arduino

L’artista Alice Arduino ha deciso di scegliere, come nuova location della sua ispirazione artistica, Corso Francia 2 angolo piazza Statuto di Torino. Il luogo strategico ha permesso l’installazione dei cosiddetti dissuasori d’artista, che sono stati accolti favorevolmente anche dalla sindaca di Torino Chiara Appendino con un post su Facebook; il progetto, autofinanziato, è stato presentato agli uffici di Torino Creativa. L’artista ha avuto modo di spiegare il concetto della sua opera, basato sul tema del caos cittadino e dei colori in movimento. In questo modo, si cerca di mettere a punto un progetto di riqualificazione della città di Torino attraverso l’arte, in modo che la stessa di essere visibile e apprezzabile da parte dei cittadini torinesi.

La funzione dei dissuasori d’artista di Alice Arduino

Al fine di comprendere la funzione dei dissuasori d’artista che sono stati installati all’interno di piazza Statuto, bisogna sottolineare anche il motivo di una realizzazione artistica di questo tipo. Il progetto dell’artista Alice Arduino è stato presentato agli uffici di Torino Creativa, al fine di raccontare i diversi quartieri torinesi attraverso l’arte, che funga anche da mezzo per la riqualificazione del territorio. I dissuasori di sosta sono spesso ignorati dai cittadini e, nella maggior parte dei casi, oggetto di incidenti o danni per vetture, bici e pedoni.

ArredareModerno

Il messaggio che vuole essere lanciato dall’artista Alice Arduino ha un doppio valore, trattandosi sia di un tema di sensibilizzazione della del territorio, sia di informazione a proposito della Torino del proprio tempo, che cerca di migliorare la vita e la vivibilità dei cittadini all’interno della città. Si tratta di un progetto che avviene a seguito di altri interventi artistici che, dal punto di vista sociale, erano stati già installati in diverse zone di Torino. L’artista ha avuto modo di trattare il tema delle molestie sessuali e del catcalling, denunciati attraverso un murales realizzato a Parco Dora, per poi dedicarsi anche al tema delle Relazioni umane e dell’ambiente circostante attraverso l’intervento di decoro urbano in Piazza Paravia.

Le parole di Alice Arduino

Alice Arduino ha avuto modo di spiegare il significato e il valore della propria opera attraverso una serie di dichiarazioni di grande importanza:  “Fare un progetto di arte urbana vuol dire creare un disegno che sia in sinergia e in linea con il territorio e l’ambiente circostante, sia dal punto di vista della grafica che dei colori. Questo vale per chiunque si pone come obiettivo di fare interventi artistici di riqualifica e di decoro urbano lavorando anche su superfici rovinate e deteriorate per portarle a nuova vita. Il mio progetto prevede di raccontare il caos cittadino in una zona della città altamente trafficata.”

Bruno Santini
Bruno Santini, 21 anni di Aversa (CE). Studente di marketing e scienze della comunicazione presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, già copywriter e articolista presso Wolf Agency di Moncalieri (TO) . Amante di attualità, cinema e musica, oltre che di ogni componente culturale insita in ogni paese.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments

Privacy Policy Cookie Policy