mercoledì, Dicembre 1, 2021
HomeScienza e TecnologiaESA BIC Turin: nuova start-up per il settore spaziale

ESA BIC Turin: nuova start-up per il settore spaziale

Lo sviluppo tecnologico e il business di nuove imprese innovative al centro della Space Economy: l’ESA BIC business Incubation Centre Turin inaugura ufficialmente i lavori con una cerimonia di apertura presso il Politecnico di Torino. Il lancio della prima call è dedicata alle startup più promettenti del settore spaziale. L’intento di questo nuovo centro di incubazione è cercare di entrare a far parte del relativo ecosistema.

Cos’è ESA BIC?

Gli ESA BIC sono incubatori per start-up collegate allo spazio, frutto di un’iniziativa finanziata dalle Agenzie Nazionali. In Italia sono finanziate dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), con co-investimento del partner locale, integrati nella rete Europea dei paesi dell’ESA.

ArredareModerno

Come nasce ESA BIC Turin?

L’ESA BIC Turin nasce grazie alla sinergia tra l’Incubatore del politecnico di Torino I3P e il politecnico di Torino e Fondazione LINKS. Insieme hanno vinto la selezione realizzata dall’ESA, su mandato dell’ASI per la realizzazione e gestione del nuovo centro.

Come funziona il sistema ESA BIC?

Le attività, svolte in coordinamento con ASI ed ESA, hanno l’obiettivo di offrire alle start-up selezionate opportunità di sviluppo tecnologico. Esempio, business, coaching e mentoring. In Italia l’ESA BIC Turin si affiancherà al già operativo ESA BIC Lazio. Il centro potrà contare sulla grande esperienza di I3P nel mondo delle startup innovative e sulle forti competenze scientifiche dei partner tecnologici. La Regione Piemonte metterà a disposizione dei contributi per le nuove start-up generate localmente o attratte sul territorio. La Camera di commercio di Torino, invece, fornirà supporto finanziario per le attività di gestione del centro. Per ultima ma non meno importante, la Fondazione Compagnia di San Paolo, che opererà come principale soggetto di supporto alle operazioni. Il centro vedrà anche il coinvolgimento di numerosi operatori finanziari attivi in differenti stadi di sviluppo delle start-up. L’obiettivo principale è di offrire opportunità di investimento dal seed money ai capitali per la crescita e l’internazionalizzazione.

La call per start-up

Le selezioni annuali di startup saranno tre, in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea e l’Agenzia Spaziale Italiana. ESA BIC Turin si occuperà di supportare nuove imprese basate su tecnologie spaziali, con applicazioni sia upstream che downstream. Le startup ammesse al percorso di incubazione riceveranno un contributo finanziario di € 50.000. Tutto ciò, è destinato sia allo sviluppo del prodotto che alla gestione della proprietà intellettuale. Inoltre verranno messi a disposizione, servizi di business, coaching, mentoring e supporto tecnologico.

Che opinioni hanno a riguardo le varie persone che collaborano con ESA BIC?

  • “Le nuove startup possono contribuire in modo rilevante a questo processo. Giuseppe Scellato, Presidente di I3P e coordinatore di ESA BIC Turin spiega qual è l’obiettivo. Il fine è quello di creare valore per le start-up incubate. Attraverso il supporto strategico e la connessione tra gli operatori industriali, finanziari e gli enti di ricerca.
  • “Il settore aerospaziale costituisce uno dei temi fondamentali dell’azione del politecnico nei prossimi anni. Il nostro obiettivo è lo sviluppo e l’innovazione su tematiche cardine come ad eseempio l’aerospazio. In questo quadro, il progetto di ESA BIC Turin sarà fondamentale per stimolare l’innovazione e contribuire a dare nuovo impulso all’intero settore. ”, aggiunge il Rettore del Politecnico di Torino Guido Saracco.
  • “Siamo orgogliosi di essere stati coinvolti in un’iniziativa a così alto valore strategico per il nostro Paese e a forte ricaduta per lo sviluppo del territorio”, continua Marco Mezzalama, Presidente di Fondazione LINKS. “LINKS, attraverso i propri ricercatori, opera da sempre nel settore delle applicazioni spaziali affondando la propria esperienza in oltre 20 anni di attività a livello nazionale ed internazionale. ESA BIC Turin rappresenta un’opportunità ad ampio valore aggiunto per diversi stakeholder, dagli studenti e ricercatori, alle istituzioni, alle imprese”.

Queste erano solo alcune delle opinioni espresse… ma vediamone altre

  • “L’Agenzia Spaziale Italiana, sul tema della commercializzazione collegata allo spazio, è in prima linea nel panorama europeo”. Evidenzia Mauro Piermaria Responsabile della Innovazione e New Space Economy di ASI. “Il nostro ruolo, oltre quello di finanziatore in alcuni progetti, deve essere quello fondamentale di disegnare una architettura integrata di tutte le iniziative Space Economy.
  • Stefan Gustafsson, ESA BICs Network Manager, aggiunge: “Siamo molto felici di dare il benvenuto a I3P e al Politecnico di Torino come nostri nuovi partner all’interno del network di ESA BIC. Il nuovo ESA BIC è un’opportunità per Torino per posizionarsi in maniera sempre più forte come hub per l’innovazione e le attività legate allo spazio. Vorrei infine sottolineare l’importanza della stessa rete ESA BIC.
  • Roberto Cossu, ESA Space Solutions Country Manager for Italy, dichiara: “Diamo il benvenuto all’ESA BIC Turin all’interno dell’ESA Space Solutions Network. Questo centro sarà una grande opportunità per l’ecosistema spaziale italiano. Grazie al supporto dell’Agenzia Spaziale Italiana, questo è il secondo ESA BIC attivo in Italia, considerando l’ESA BIC Lazio già operativo dal 2009.

ESA Space Solutions è il punto di riferimento dell’agenzia. La sua missione è quella di sostenere gli imprenditori e le aziende in Europa nello sviluppo di attività che utilizzano applicazioni satellitari e tecnologie spaziali.

Andrea Larghi
Tutto è nato per la passione per l'enogastronomia. Dopo gli studi presso la scuola alberghiera mi avvicino al mondo della scrittura, grazie a un corso di giornalismo, presso L'Accademia Telematica Europea. Tra gli interessi anche lo sport, in particolare la pallavolo.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy