martedì, Dicembre 6, 2022
HomeNewsArrivano le prime misure di sicurezza per Eurovision a Torino

Arrivano le prime misure di sicurezza per Eurovision a Torino

Con Eurovision prossimo alla partenza, cominciano a delinearsi i piani di sicurezza per contenere le orde di turisti e spettatori che invaderanno le strade di Torino e, in particolare, i punti nevralgici della manifestazione.

Stando alle ultime ordinanze della giunta torinese, Eurovision sarà, sostanzialmente, vietata a tutti coloro che consumeranno bevande alcoliche smodatamente. La misura si concentra sull’area del Parco del Valentino, in cui è stata vietata la vendita di bevande con gradazione alcolica superiore ai . La birra sarà, quindi, tra i pochi alcolici che sarà possibile gustare in Eurovillage. Non a caso, tra i principali sponsor del villaggio inaugurato in occasione della kermesse, spicca proprio il brand di Peroni, con ben 10 spillatrici in loco.

L’occupazione del suolo pubblico in occasione di Eurovision

La Giunta torinese ha recentemente deciso di apportare una sostanziale modifica al regolamento che gestisce l’organizzazione e lo svolgimento delle manifestazioni interessate dal suolo pubblico. Fino a prima di Eurovision, infatti, era possibile allestire fino a un massimo di sedici punti ristoro nelle aree interessate. L’ultima modifica approvata permetterà, previa approvazione dell’amministrazione comunale, di superare il numero imposto dalle precedenti ordinanze.

Wallstreet English Torino

In questo modo, ad Eurovillage avranno modo di aggiungersi nuovi stand, a tutt’oggi in via di definizione. Con una capienza di 18.000 persone, il villaggio presenta, ad ora, un punto ristoro ogni 2000 persone. Grazie alle nuove deroghe, gli stand potranno aumentare, sia all’esterno che all’interno, con allestimenti per la vendita di panini e circa 70 bagni chimici.

RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy