martedì, Dicembre 6, 2022
HomeEnogastronomiaAlessandro Lo Stocco, intervista e aperitivo insieme al “re della pizza croccante”...

Alessandro Lo Stocco, intervista e aperitivo insieme al “re della pizza croccante” internazionale.

La mia vita è una “pizza”, a volte anche una focaccia, comunque croccante!

Wallstreet English Torino

Alessandro Lo Stocco

Torino Free ha avuto il piacere di intervistare un altro Maestro Chef Pizzaiolo ospite dell’evento “Festa della Pizza” Eataly Lingotto Torino, stiamo parlando di Alessandro Lo Stocco.

Pochissimi giorni fa, ci siamo collegati per una videochiamata-intervista con Alessandro, si trovava in trasferta a Madrid, impegnato con la sua attività culinaria, ormai sempre più internazionale!

Professionale e frizzante, la personalità, del Maestro Chef, sin da inizio intervista è stata facilmente percettibile. Un’indole forte, che l’accompagnato sin d’adolescente. In particolar modo, quando da una semplice esperienza estiva in un piccolo panificio, entra in contatto con la nobile arte della panificazione, da quel momento, probabilmente sentii già “il profumo” del suo futuro!

S’iscrisse, così, alla scuola alberghiera e iniziò a fare esperienza nelle pizzerie, nonostante il suo papà, al tempo, mirava ad un futuro diverso per lui.

“Prima di seguire la mia strada, ho resistito otto mesi facendo altro, poi ho detto a mio papà che volevo un percorso diverso per il mio futuro”, racconta Alessandro con il sorriso sulle labbra e tanta semplicità, come chi sa, quant’è importante seguire i propri sogni e darsi da fare per ottenerli.

Alessandro diviene, così, un maestro della panificazione e inizia a viaggiare frequentando corsi e partecipando a concorsi in giro per l’Italia, ciò lo porta a capire che la panificazione non è solo tecnica ma un’espressione della cultura popolare dei territori italiani e delle regioni del mondo e in quest’ottica immagina il suo “Futuro Croccante” una visione di pizza che racchiude l’esperienza e le conoscenze dei panificatori nel mondo. 

“Alessandro sappiamo che la tua carriera e la tua esperienza sono state molto apprezzate, un successo in più parti del mondo!

Sappiamo, inoltre, che hai avuto un periodo significativo a New York, siamo curiosi, puoi raccontarci qualcosa in merito?”

“Certo. New York è una città unica nel suo genere, ti proietta al futuro. Soprattutto, per quanto riguarda il cibo, è sempre dieci anni più avanti rispetto ad altri continenti. Basti pensare che le diverse richieste d’impasto come l’integrale, ai cereali e altre diverse tipologie per le pizze, è qualcosa che esiste come servizio fisso nei locali, già da moltissimi anni. Da noi in Italia è un servizio arrivato solo negli ultimi anni. Mi si è aperto un mondo stando li, la mia mente si è aperta molto!”

“Immaginiamo che ad oggi, la vita newyorkese sia già dieci anni più avanti, con ancora qualcosa d’inedito da noi!”

“Assolutamente. Ad esempio, nei locali il menu presenta non solo la pietanza ma anche l’importo calorico di quella pietanza!

Sono avanti anche su questo, sullo stile di vita. Arriverà anche da noi!”

“Wow, ma ora parliamo della tua attività! Cosa rende una pizza firmata Alessandro Lo Stocco?”

“La pizza croccante! Dalla pizza un po’ modi focaccia, a quella rotonda. La scelta delle farine genuine, con germe di grano fresco e lavorato con attenzione e cura. Un elemento “vivo all’interno della farina”. Ovviamente, senza dimenticare gli altri ingredienti, tutto rigorosamente ricercato e verace, come vuole la tradizione culinaria made in Italy. Alcuni dei nostri ingredienti li chiamiamo *al sole* perché hanno raggiunto la maturazione perfetta, proprio prendendo il sole!

La mia pizza Margherita al sole è stata chiamata così, proprio per gli ingredienti *al sole*”.

“Senza farti rivelare troppo, sappiamo che hai scritto un libro La nuova Pizza Croccante a cura di Redazione Italian Gourmet”

“Esatto. Una guida. Un viaggio da Nord a Sud e Oltreoceano. Una scoperta di moltissime informazioni tecniche sull’arte della pizza e qualche curiosità e consigli sul mestiere del pizzaiolo e chef.

E’ stata una creazione molto sentita. Ha preso vita durante la pandemia di inizio anno 2021.

Siamo ora alla terza ristampa, e ci sarà anche una seconda edizione, dove all’interno ci sarà anche un po’ di storia della focaccia, andando indietro nel tempo, nell’antica Grecia e antica Roma.”

Alessandro, in seguito, lo abbiamo rivisto mercoledì 5 ottobre, durante un aperitivo esclusivo, all’interno di Eataly Lingotto. L’ora passata insieme è stata accompagnata dal sapore unico della sua famosa pizza-focaccia croccante, servita insieme alle ottime proposte di vino Eataly.

Dalla mortadella, ricotta salata, granella di pistacchi alla robiola stagionata, nocciole, pesto ligure e pomodorini. Ma molte altre proposte vi attendono nei menu del Maestro Lo Stocco.

Ringraziandolo per l’intervista e per l’esperienza d’assaggio, auguriamo buona permanenza a Torino!

Vi ricordiamo che Giovedi 6 ottobre, avrete modo di gustare le sue proposte, durante la Festa della pizza, al Eataly Lingotto.

Si ringrazia, inoltre, Eataly per l’ospitalità e collaborazione.

Cristina Taverniti

Cristina Taverniti
Cristina Taverniti
Torinese con la passione per la scrittura e per la fotografia. Credo fermamente che ogni giorno ci sia una storia che vale la pena d'essere raccontata e conosciuta. Ho frequentato l'Albe Steiner e l'università degli studi Alma Mater di Bologna, facoltà Tecniche e culture della Moda, ma non smetto mai d'imparare e conoscere cose nuove!
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy