lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeEconomiaMetro 2: la possibile riduzione delle fermate verrà discussa in Parlamento

Metro 2: la possibile riduzione delle fermate verrà discussa in Parlamento

Il quesito posto in Parlamento riguarda il progetto della Metro 2 di Torino, inizialmente predisposto per facilitare la mobilità dei piemontesi. La senatrice del Movimento 5 Stelle, Elisa Pirro, rivolge la domanda direttamente al nuovo ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini. Al momento non ci sono certezze in merito a decisioni ufficiali, ma il recente aumento delle materie prime ha causato non pochi problemi alla realizzazione del progetto, tanto da discuterne in Parlamento. Ecco tutte le informazioni sul dibattito al Parlamento circa la Metro 2 di Torino.

Metro 2 di Torino: il dibattito in Parlamento con le dichiarazioni della senatrice Elisa Pirro

A seguito dell’aumento delle materie prime, il progetto riguardante la Metro 2 a Torino dovrà essere ridimensionato o ridiscusso. La discussione in Parlamento è partita dalla senatrice del Movimento 5 Stelle, Elisa Pirro rivolgendosi a Matteo Salvini: “perché vogliamo che risponda in Parlamento sul ventilato taglio al progetto della Linea 2 della metropolitana di Torino. Un progetto fondamentale per la mobilità urbana del capoluogo piemontese, avviato dalla precedente amministrazione comunale guidata dal Movimento 5 Stelle. La nuova amministrazione comunale di Torino sta valutando un taglio di alcune stazioni previste sulla nuova linea a fronte del caro materie prime. Il Movimento 5 Stelle vuole sapere se questa revisione del progetto sia stata presa su richiesta del Ministero e soprattutto se il nuovo ministro intenda garantire i finanziamenti necessari per realizzare l’opera nella sua interezza”.

Wallstreet English Torino

Le possibili soluzioni per il progetto Metro 2

Il sindaco Stefano Lo Russo ha illustrato in Sala Rossa le tre ipotesi come soluzioni per risparmiare sul progetto complessivo da 1,8 miliardi di euro, interamente finanziato dal Governo. La prima opta per ridurre il tratto di due fermate; un’altra prevede di fermare il primo lotto a Porta Nuova, anziché al Politecnico, ma lasciando invariate le fermate; infine, la terza prevede uno stanziamento di ulteriori 300 milioni da parte del Governo per coprire l’aumento dei prezzi delle materie prime.

Christian D'Avanzo
Christian D'Avanzo
Cinefilo dalla nascita e scrittore appassionato. Credo fermamente nel potere dell'informazione e della consapevolezza. Da un anno caporedattore della redazione online di Quart4 Parete, tra una recensione e l'altro. Recente laureato in scienze della comunicazione - cinema e televisione presso l'università degli Studi Suor Orsola Benincasa.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy