giovedì, Maggio 30, 2024
HomeEconomiaBioparco Zoom Torino: 10 Agosto tra leoni e stelle cadenti

Bioparco Zoom Torino: 10 Agosto tra leoni e stelle cadenti

Il 10 agosto sarà una giornata davvero speciale al Bioparco ZOOM Torino. Festeggiamenti doppi e tante iniziative imperdibili.
In occasione della giornata internazionale del leonesaranno molte le attività, da mattina a tarda sera, a lui dedicate: talk, incontri con i ranger,
aperitivo di beneficenza, proiezione cinematografica e spettacolo live.
Ma il 10 agosto è anche San Lorenzo, la notte delle stelle cadenti… e perché non fermarsi al calar della notte, per poterle ammirare e assistere
ad un evento unico?
Il primo appuntamento è la “Colazione tra leoni e ranger” in Savana Terrace (ore 10.30 e 11.30).


Gli ospiti potranno gustarsi non solo una colazione che li lascerà con il fiato sospeso, osservati dai 3 leoni (Raican, Inez e Iris) che, dalla loro rupe
a pochi metri di distanza, li osserveranno, ma potranno anche ascoltare i racconti incredibili di Davide Bomben, Presidente dell’Associazione Italiana Esperti d’Africa e capo istruttore della Noctuam Poaching Prevention Academy, Accademia di formazione per ranger che, in Namibia, si occupa di istruirli sulle tecniche di antibracconaggio.


“Nel 2008 ho fondato l’Accademia e ho iniziato a lavorare con i ranger locali con un unico obiettivo: combattere il bracconaggio che, ad oggi,
è la causa principale che sta portando molti animali, all’estinzione. – dichiara Bomben. Tra questi il leone che viene cacciato ed ucciso perché
alcune parti del suo corpo sono ritenute utili alla medicina tradizionale poiché, si pensa erroneamente, forniscano protezione e forza a chi le
possiede. Preservare quindi questaspecie è diventata la mia mission. Un lavoro che non solo ci permette di proteggere questi animali ma anche
di contribuire al miglioramento sociale ed economico delle popolazioni locali che convivono, ogni giorno, proprio con questi felini.

I leoni, infatti,
così come gli altri animali della Savana, non sono solo importanti per l’ecosistema ma anche per il paese poiché uno dei motivi per cui, ogni
anno, migliaia di persone decidono di intraprendere un safari in Africa. Turismo che crea opportunità, benessere e posti di lavoro per le
popolazioni locali. Uccidere un leone, quindi, non solo significa creare un danno alla natura ma anche impoverire un popolo intero. I ranger
antibracconaggio che formiamo, si occupano di proteggere quotidianamente i leoni (e molti altri animali come rinoceronti ed elefanti) dalla
crudeltà dei cacciatori di frodo. In questo momento la conservazione, senza azione, non è più sufficiente. Siamo arrivati ad un punto in cui
abbiamo bisogno di essere ancora più incisivi e concreti nella lotta al bracconaggio affinché le generazioni a venire, non importa di quale paese
o continente, possano ancora godere appieno della bellezza di questi animali nel loro contesto naturale.”
“Il leone è uno dei predatori più carismatici del pianeta – racconta Irene Carnovale, Responsabile Keeper & Education Bioparco ZOOM Torino
– e nonostante in Africa la popolazione sia ancora numericamente significativa (si stimano tra i 23mila e i 39mila esemplari maturi), è nella
lista rossa della IUCN poiché considerata “vulnerabile”. Negli ultimi 20 anni c’è stata una riduzione di circa il 43% e, ad oggi, i leoni sono scomparsi dal 90% del loro territorio originario cncentrandosi ormai solo nelle aree dell’Africa Sub-Sahariana. Ma il bracconaggio non è l’unica causa che minaccia la sua sopravvivenza in natura. Purtroppo questa specie si vede limitare, sempre più, il proprio l’habitat, con anche la
conseguente riduzione delle prede selvatiche, a causa dell’incremento delle coltivazioni e viene predata dalle popolazioni locali poiché preda
il bestiame domestico. Ecco perchè la sfida alla conservazione è molto complessa e passa non solo dalla lotta al bracconaggio, ma anche
dall’educazione delle popolazioni locali, dagli interventi di monitoraggio e salvaguardia sul territorio, dalla sensibilizzazione internazionale e,
non ultimo, dalla conservazione della specie nelle strutture zoologiche (attualmente nei parchi EAZA sonoospitati 884 leoni di cui 23 in Italia).”.
Per educare e sensibilizzare i visitatori sulla tutela della biodiversità e permettere loro di conoscere da vicino una delle specie più rappresentative
della savana africana, alle ore 14.00 si potrà assistere al talk “Il re dalla savana” dove poter vivere una vera esperienza ravvicinata grazie a due
ampie vetrate, posizionate al piano del suolo, per un incontro davvero ravvicinato con i 3 iconici felini presenti nel nuovo habitat “la Rupe del
Masai Mara”. I biologi illustreranno le particolarità dell’habitat, che riproduce fedelmente l’ecosistema africano, e dei suoi ospiti, raccontandone
le curiosità che li caratterizzano.

Alle ore 18.00, tutti in Savana Terrace per l’“Aperitivo di beneficienza con drink list a tema”: punto di incontro tra l’habitat “Serengeti” e
“Masai Mara” la terrazza porterà gli ospiti a provare quello che tutti i grandi viaggiatori definiscono come il “Mal d’Africa” e offrirà la possibilità di
gustare un cocktail, al tramonto, circondati da giraffe, zebre, leoni e struzzi per un’esperienza davvero immersiva e totalizzante.
Qui sarà possibile assistere ad uno speciale talk “Il re dalla savana” e degustare uno dei 3 aperitivi speciali creati ad hoc per la serata e dedicati
ai 3 leoni ospiti del parco: Raican, bitter e vin brulè per un mix agrumato e fruttato, con note amarognole e speziate, Inez karkadè e liquore per
un taste fruttato e fresco e Iris un gin analcolico, dolce e floreale, con avvolgenti note agrumate.
“In occasione della giornata internazionale del leone – dichiara Valentina Isaja, Direttore Scientifico Fondazione ZOOM abbiamo scelto non
solo di educare e sensibilizzare i nostri visitatori, da sempre la mission del parco, ma anche di contribuire attivamente alla sua conservazione
destinando il ricavato totale dell’aperitivo a sostegno di due progetti di conservazione avviati nel 2023 dalla Fondazione ZOOM, in collaborazione con la Wildlife Initiative.

Due studi di ricerca in situ (in Namibia e Botswana) che censiscono la specie e ne monitorano il comportamento, al fine di raccogliere informazioni sulla presenza ed abbondanza di leoni e altri carnivori. il posizionamento di fototrappole e
sensori acustici in aree strategiche, ci permette di mappare le popolazioni di leoni e poter indagare i loro comportamenti potendo così supportare con dati sempre aggiornati i ranger e le organizzazioni locali per una miglior gestione degli esemplari, riducendone il conflitto con l’uomo e la fauna selvatica e potendo così salvaguardare e conservare il più a lungo possibile la specie in natura.”
Alle ore 21.00 il solarium di Malawi Beach si animerà con la proiezione del cartoon “Il Re Leone” che inaugurerà la stagione del Cinema Sotto
le Stelle.


A partire dal 10 agosto e per tutti i giorni fino al 27, un palinsesto molto ampio e variegato proporrà proiezioni di cartoon e film che
accontenteranno davvero tutti, dai più grandi ai bambini. Seguiranno, da venerdì 11: Il Gatto con gli stivali, Il Lupo e il Leone (12.8), Elvis (13.8),
Luca (14.8), Il Talento di Mr. Crocodile (15.8), Bla Bla Baby (16.8), Minions 2 (17.8), Super Mario Bros, il Film (18.8), Red (19.8), Tutti a bordo (20.8),
DC League of Super Pets (21.8), Ticket to paradise (22.8), Troppo cattivi (23.8), The Fabelmans (24.8), Una famiglia vincente (25.8), Sing 2 (26.8).

Chiuderà la rassegna, il 27 agosto, il film Withney, una voce diventata leggenda.


E per chi ama musica, ballo ed acrobazie, imperdibilel’appuntamento delle ore 21.45, quando l’Anfiteatro di Petra si trasformerà in un suggestivo
teatro a cielo aperto dove assistere allo spettacolo “MAASAI”: ideato e creato in esclusiva per ZOOM Torino vuole essere un inno alla responsabilità nei confronti del Pianeta e delle creature viventi e messaggio di consapevolezza e fratellanza tra l’uomo e gli animali.

Lo show, tra coreografie tribali, performance acrobatiche, videoproiezioni e musiche composte ad hoc, grazie a 7 straordinari performer che si trasformano in
gazzelle, leoni e Masai, porta in scena l’affascinante rapporto tra i leoni e il popolo che vive di pastorizia e caccia tra Kenia e Tanziania,
raccontandone il nuovo ruolo, di “protettori”, e la loro quotidiana lotta per la tutela della biodiversità.
Con il buio totale si avvicina la notte ed il momento di celebrare San Lorenzo, la notte delle stelle cadenti!


Alle ore 22.30 tutti con il naso all’insù. In Anfiteatro di Petra è il momento di guardare il cielo. In collaborazione con il Planetario di Torino, un esperto dello staff Infini.to guiderà il pubblico nell’affascinante osservazione ad occhio nudo della volta celeste partendo dalla costellazione del
Leone… Una proiezione video interattiva ed immersiva, catapulterà i visitatori nella volta celeste, alla scoperta dei movimenti degli astri in attesa
di poter esprimere un desiderio vedendo passare, sopra il Bioparco le Perseadi, lo sciame di piccole meteoriti che rende questa sera la più magica
dell’anno.

Tutti gli eventi saranno tutti gratuiti con accesso senza prenotazione ma fino ad esaurimento posti.

Cristina Taverniti
Cristina Taverniti
Torinese con la passione per la scrittura e per la fotografia. Credo fermamente che ogni giorno ci sia una storia che valga la pena d'essere raccontata e conosciuta. Ho frequentato l'Albe Steiner e l'università degli studi Alma Mater di Bologna, facoltà Tecniche e culture della Moda, ma non smetto mai d'imparare e conoscere cose nuove!
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy