• Home
  • EVENTI
  • Missione del Piemonte in Giappone in vista di Expo 2015, Torino pronta agli scambi

Missione del Piemonte in Giappone in vista di Expo 2015, Torino pronta agli scambi

Piemonte Giappone turismo Tokyo olimpiadiUna settimana tra Tokyo e Nagoya per il Piemonte, la Regione, Unioncamere, Città di Torino e Camera di Commercio aperte agli scambi in vista di Expo 2015 e dei giochi olimpici del 2020.

Giappone nuova frontiera. Dopo la corsa agli scambi con la Cina, la Regione Piemonte e la Città di Torino, con Unioncamere e la Camera di Commercio saranno in visita a Nagoya e a Tokyo per presentare le potenzialità turistiche della regione, da domani a venerdì. Non solo turismo, ma anche promozione del design torinese e apertura agli scambi economici. Il progetto, promosso da Turismo Torino, Ceip e Unione Industriale di Torino mira a stringere rapporti che potrebbero essere fruttuosi in vista dei maggiori eventi economici del prossimo futuro, Expo 2015 in Italia e l'impatto che avranno i Giochi Olimpici a Tokyo.

A Nagoya, città gemella di Torino, i rappresentanti saranno accolti da Takashi Wakamura per partecipare alla convention "Torino-Nagoya next generation industry exchange" e visite alle realtà aziendali Toyota e Motomachi. 

A Tokyo invece, gli eventi saranno organizzati dall'Ambasciata Italiana, saranno in questo caso presentate le opportunità di investimento della nostra area geografica. La realtà turistica piemontese sarà parte del tentativo di esportazione in entrambe le città e sarà prevista una visita alla nuova sede Fiat. 

Un incontro questo importantissimo, perchè il Giappone, già promosso sul nostro territorio da molti musei, tra cui il MAO Museo d'arte orientale ed altri eventi sul genere, sarà probabilmente una risorsa importante nei prossimi anni, soprattutto si trova ad essere un partner sicuro per quanto riguarda gli investimenti finanziari e l'interesse riguardo il nostro Made in Italy. 

Il periodo è propizio, soprattutto perchè la delegazione in terra nipponica potrà assistere al tour del Teatro Regio in quelle zone e quindi alla "Tosca" prevista a Tokyo per quattro rappresentazioni, fino all' 8 dicembre. 

Cota quindi non si fa certo distrarre da tutti gli scandali di Rimborsopoli, come è stata ribattezzata la bufera sui rimborsi e le spese pazze. Finchè la situazione non sarà più chiara gli appuntamenti rimangono e gli impegni vengono rispettati. Interessante comunque la scelta di rivolgersi ad un Paese come il Giappone, che certo non soffre di crisi economica e potrebbe essere una meta ambita per scambi e nuove opportunità per i giovani. 

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.