• Home
  • TURISMO
  • Paratour Torino: un itinerario turistico per disabili e non vedenti

Paratour Torino: un itinerario turistico per disabili e non vedenti

Dettaglio dell'edificio in via Cassini, 64, ©C.A.U.S.Un itinerario pensato per i diversamente abili di Torino e non. Si tratta di un’iniziativa che propone delle visite turistiche alla scoperta della capitale subalpina. “Torino paratour: il razionalismo e il contemporaneo”, è questo il nome del giro turistico “accessibile” per le vie di Torino. Il percorso si snoderà tra le vie del quartiere Crocetta, il più centrale di Torino, e precisamente nell’area delimitata da corso Rosselli, corso Galileo Ferraris, corso Luigi Einaudi e corso Alcide Gasperi. In questo tragitto, i partecipanti potranno toccare e vedere alcuni edifici in stile razionalista e contemporaneo, progettati e realizzati tra i primi del ‘900 e i giorni nostri. Per far comprendere le differenze sostanziali trai due stili, si farà riferimento ad alcuni elementi architettonici facilmente distinguibili, come portoni, finestre, ringhiere e cancelli. Ma si presterà una particolare attenzione anche nei confronti delle forme e degli ornamenti. I due stili si distinguono infatti non solo per l’arco temporale in cui sono stati sperimentati e adoperati, ma anche e soprattutto per le loro matrici culturali e per gli schemi compositivi attraverso cui si sviluppano. Il periodo razionalista, per esempio, nacque subito dopo il modernismo. Dalla fine degli anni 20 del secolo scorso divenne, inoltre, il simbolo dell’architettura fascista, traendo spunto dell’esperienza della scuola germanica del Bauhaus, dove arte e artigianato elaborarono forme geometriche semplici e facilmente standardizzabili, che già si aprivano alla riproduzione in serie. I materiali maggiormente usati in quel periodo erano legno, metallo, vetro e bachelite. Nell’architettura contemporanea le cose cambiano radicalmente. Infatti i decori sono prodotti quasi totalmente in metallo, vetro, plastica e altri materiali compositi. Allo stile semplice e lineare del razionalismo, si affiancano le volute ispirate al floreale del Liberty, ma con forme schematizzate e modulari. La grande introduzione decorativa nello stile contemporaneo fu la ceramica, impiegata per bassorilievi con figure naturalistiche in stile moderno o astratto, usato per abbellire gli ingressi delle case.

Informazioni pratiche

Il percorso di visita, appositamente studiato per disabili con uso di carrozzina, si svolge su marciapiedi ad attraversamento ribassato e privo di barriere architettoniche per quasi tutte le vie del percorso, mentre per i non vedenti è purtroppo assente il tracciato Loges, ausilio indispensabile per la deambulazione sicura. Durante il tour, che durerà circa due ore, i partecipanti potranno usufruire delle panche pubbliche presenti sul corso de Gasperi. Lungo il tragitto vi sono anche due fontanelle: una in corso Galileo Ferraris e l’altra in Largo Cassini, dove ha sede il mercato della Crocetta. Il tour avrà inizio da corso De Gasperi angolo via Fratelli Carle e proseguirà per via Cassini. Poi si imboccherà la via Torricelli sino a giungere in corso Galileo Ferraris. Da qui si tronerà indietro, svoltando verso via Cassini in direzione largo Cassini-mercato. Da via Cristoforo Colombo si partirà in direzione via Piazzi e si proseguirà in senso inverso sino ad arrivare al punto di partenza (via Fratelli Carle), dove la visita ha termine.

Per informazioni è possibile contattare l’ente organizzatore dell’evento, il Centro Arti Umoristiche e Sanitarie (C.A.U.S.): e-mail info@caus.it o arteamanuensi@caus.it, oppure telefonando ai seguenti numeri di telefono: 011.6693961 – 339.6057369

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.