lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNewsP38-La Gang: chi sono i trapper indagati per istigazione a delinquere

P38-La Gang: chi sono i trapper indagati per istigazione a delinquere

In occasione delle prime ore del 25 novembre del 2022, sono partite le indagini dei carabinieri e della polizia di Torino supportati dagli uffici territoriali di Bologna, Bergamo e Nuoro. Oggetto delle indagini è la band P38-La Gang, conosciuta a Torino in virtù degli atteggiamenti dei membri, trapper, della stessa. Le indagini, svolte per istigazione a delinquere, hanno portato a sequestrare materiale informatico utile dalle abitazioni dei componenti della band; La Gang è già conosciuta a Torino in virtù del carattere dei singoli membri, famosi per inneggiare spesso alle Brigate Rosse e per riferimenti particolarmente espliciti al caso Aldo Moro.

Le canzoni di P38-La Gang e i riferimenti alle Brigate Rosse

Indagati per istigazione a delinquere, i membri di P38-La Gang sono già particolarmente conosciuti a Torino in virtù del loro atteggiamento. I trapper, infatti, sono piuttosto noti, all’interno del capoluogo piemontese, in virtù degli atteggiamenti e dei caratteri dei singoli membri, spesso manifestati durante i concerti. Questi ultimi, infatti, durante i concerti portavano bandiere delle Brigate Rosse e cantavano brani con titoli particolarmente espliciti, tra cui Renault, l’auto in cui viene ritrovato il cadavere di Aldo Moro, Nuove BR, Giovane Stalin e Ghiaccio Siberia. P38-La Gang era già stata, in effetti, oggetto di numerosi esposti da parte di Maria Fida, la figlia di Aldo Moro, oltre che di Bruno D’Alfonso, figlio di un carabiniere vittima delle Brigate Rosse.

Wallstreet English Torino

Chi sono i membri di P38-La Gang

Conosciuti attraverso il nome della band P38-La Gang, i trapper rispondono al nome d’arte di Astore, Yung Stalin, Jimmy Pentothal e Dimitri; prima che fossero oggetto delle indagini della polizia e dei carabinieri di Torino per istituzioni a delinquere, i trapper avevano già annunciato l’addio alle scene, dopo aver provocato particolare sgomento da parte dei cittadini di Torino e tra gli ascoltatori italiani delle loro canzoni.

Bruno Santini
Bruno Santini
Bruno Santini, 21 anni di Aversa (CE). Studente di marketing e scienze della comunicazione presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, già copywriter e articolista presso Wolf Agency di Moncalieri (TO) . Amante di attualità, cinema e musica, oltre che di ogni componente culturale insita in ogni paese.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy