mercoledì, Dicembre 1, 2021
HomeEconomiaUn nuovo Hotel a 5 stelle nel cuore di Torino

Un nuovo Hotel a 5 stelle nel cuore di Torino

Nel cuore di Torino un nuovo hotel ricco di charme e storia, appartenuto all’ex sindaco

La famiglia Buratti, già proprietaria del Grand Hotel Sitea a 5 stelle nel cuore di Torino, dove si trova il ristorante stellato Il Carignano, capitanato dallo chef Fabrizio Tesse. per la nuova stagione inaugurano il nuovo Royal Palace Luxury Suites: solo 6 suites collocato proprio di fronte alla casa madre, il Grand Hotel Sitea. Un soggiorno di extra lusso, con un maggiordomo a disposizione per soddisfare le richieste degli ospiti delle 6 camere. Una cornice da sogno, Palazzo Luserna Rorengo già di Piossasco di Rivalta, vincolato dalla Soprintendenza delle Belle Arti. L’hotel ha dei bei soffitti affrescati e arredi d’epoca, offre inoltre in esclusiva ai propri ospiti una piccola SPA interna equipaggiata con sauna, doccia emozionale e bagno turco. All’interno delle suites è possibile usufruire del Room Service. Su prenotazione è possibile organizzare una cena con show-cooking dello chef Fabrizio Tesse, stella Michelin. Tutte le camere hanno delle metrature importanti, situate al primo piano nobile del palazzo, dai 49 ai 83 mq. Inoltre dispongono di balconcini a vista, ristrutturate con pezzi di modernariato, soluzioni creative e soppalchi d’avanguardia, che si integrano con soffitti affrescati e cornici dorate. Le stanze condividono la sala principale della struttura con pavimento originale.

La Storia

Da fonti storiche si sa che a fine Settecento, passa nella proprietà del Marchese Maurizio Luserna Rorengo di Rorà, che lo ricostruisce e lo integra (negli anni 1779 – 1781) su disegno dell’Architetto di corte Benedetto Alfieri. In generale, l’opera di costui si può leggere come un ripensamento, in chiave settecentesca di elementi del barocco guariniano, alla luce del classicismo di Juvarra. Il Palazzo Luserna, in particolare, è realizzato in uno stile sobrio, improntato a semplicità di impianto e nobile grandezza, arricchita da un apparato decorativo di grande raffinatezza. Il palazzo fù l’abitazione del Marchese Emanuele Luserna di Rorà, Sindaco di Torino. Diventò sindaco di all’inizio del 1862, all’indomani dell’unificazione italiana. Durante il suo mandato a Torino, perse il ruolo di capitale d’Italia, che fu assegnato a Firenze nel 1864. Per la città iniziò un periodo difficile, con la perdita non solo di prestigio ma anche di posti di lavoro. Luserna di Rorà rifiutò l’indennizzo offerto dal governo italiano, dichiarando «Torino non è in vendita» e individuò chiaramente la necessità di trovare alla città una nuova vocazione. Avviò così un intenso programma di industrializzazione.

ArredareModerno

Royal Palace Luxury Suites
Palazzo Luserna Rorengo di Rorà – già Piossasco di Rivalba
Via Cavour 13, Torino

Andrea Larghi
Tutto è nato per la passione per l'enogastronomia. Dopo gli studi presso la scuola alberghiera mi avvicino al mondo della scrittura, grazie a un corso di giornalismo, presso L'Accademia Telematica Europea. Tra gli interessi anche lo sport, in particolare la pallavolo.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy