Torino, aumenta la tassa di soggiorno

hotel torinoLa tassa di soggiorno nelle strutture ricettive torinesi aumenterà mediamente di 50 centesimi al giorno a partire dal 1° ottobre prossimo. Lo ha stabilito il Consiglio comunale approvando, con 23 voti a favore e 4 contrari, una deliberazione proposta dalla Giunta e presentata in aula dall’assessore Gianguido Passoni.

Resta invariata la tassa massima di 5 euro applicata agli alberghi di categoria “5 stelle lusso”, mentre per gli hotel “5 stelle” l’aumento è di 10 centesimi (da 4,90 a 5 euro).
In tutte le altre strutture ricettive (tranne ostelli e campeggi, per i quali resta invariata) l’aumentodella tassa è di 50 centesimi.

Per le strutture ricettive a “1 stella” (alberghi, bed & breakfast, affittacamere) la tassa sarà pari a 1,80 euro. Ammonterà a 2,30 euro per alberghi e altre strutture di categoria “ 2 stelle” infine a 2,80 euro per quelle a “3 stelle” e 3,70 euro per gli hotel di categoria “4 stelle”
Il numero massimo di pernottamenti soggetti a questa imposta rimane invariato a 4 notti per alberghi e B&B, 7 notti per le altre strutture.

La deliberazione che istituisce l’aumento ricorda come il prossimo anno si presenti denso di scadenze importanti, quali l’Expo 2015, Torino Capitale Europea dello Sport e l’Ostensione della Sindone: opportunità in vista delle quali la Città dovrà affrontare investimenti per servizi e miglioramento del patrimonio artistico e ambientale, oltre che per la predisposizione di eventi.
Nel dibattito che ha preceduto la votazione sono intervenuti i consiglieri Ricca (Lega Nord, critico verso un provvedimento che, ha sostenuto, penalizza chi viene a Torino per lavoro) e Trombotto (SEL, che ha giudicato positivamente la scelta di favorire il turismo giovanile e low cost).

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.