• Home
  • TURISMO
  • Visite guidate in maschera al Castello d'Agliè

Visite guidate in maschera al Castello d'Agliè

"Due Passi a Corte": visite guidate al Castello d'Agliè animate dalla compagnia teatrale torinese "Ts-Teatro e Società". Gli appuntamenti con l'arte e la storia sono previsti per Sabato 22 Giugno, Sabato 29 Giugno e Sabato 6 Luglio. 

PROVINCIA INCANTATA

E' questo nome del circuito di visite guidate e a tema nei borghi antichi e nei posti più importanti della provincia di Torino. A mettere in risalto i luoghi-simbolo del territorio torinese guide ed attori, esperti dell'animazione teatrale, che indosseranno le vesti dei personaggi storici e leggendari che costituiscono l'anima di quei territori. Ad ogni tappa i visitatori potranno entrare in contatto con la cultura e la storia del luogo, con i principali manufatti del suo artigianato, con le sue opere d'arte e con i prodotti eno-gastronomici di quelle terre. "Due Passi a Corte" si colloca proprio all'interno del calendario degli eventi proposti da "Provincia Incantata". 

GLI ATTORI

Come abbiamo visto saranno gli attori della compagnia "Ts-Teatro e Società" a mettere in scena le storie che accompagneranno i tour guidati. "Teatro e Società" è stata fondata dalla cooperativa C.A.S.T. e già l'anno scorso ha collaborato con "Provincia Incantata" conseguendo ottimi risultati. Nel Castello di Agliè gli attori della compagnia si presenteranno nei panni di Re Carlo Felice e della sua sposa Maria Cristina. Il castello fu infatti l'abitazione dei due nobili dal 1825 al 1849.

IL CASTELLO DI AGLIE'

Il Castello, che diventerà il palco di "Due Passi a Corte", ha una storia molto lunga ed interessante. Il nucleo originario della costruzione risale al XII secolo. Siamo in pieno Medioevo ed è il Casato dei San Martino di Agliè a dominare i territori del Canavese. I cambiamenti che portarono il Castello a diventare una vera e propria residenza  risalgono al 1646-1647, quando Filippo di San Martino, consigliere della reggente Maria Cristina di Francia, realizzò una prima basilare trasformazione. Passando per diverse vicende, tra cui l'occupazione napoleonica, nel 1825 il castello passò in eredità a Carlo Felice, che lo abitò con la sua consorte fino al 1849. Prima di essere acquistato dallo Stato la residenza passo in eredità a Carlo Alberto e quindi a suo figlio Ferdinando, Primo Duca di Genova. Nel dopoguerra cominciarono i lavori di restauro e oggi il Castello di Agliè è aperto al pubblico come museo di sè stesso ed ospita abitualmente mostre ed iniziative.  

INFORMAZIONI PRATICHE 

A differenza dell'anno scorso, nel quale "Provincia Incatata" proponeva gite gratuite, quest'anno l'ingresso ha un costo. Per quanto riguarda "Due Passi a Corte", il prezzo del biglietto è di 8 euro. Il percorso è previsto per gruppi di massimo 30 persone. Nell'arco del pomeriggio saranno due le partenze organizzate, una alle 15.30 e una alle 17.00. La prenotazione è da effettuare entro le 12 del giorno della visita presso l'Ufficio del Turismo di Ivrea.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.