martedì, Settembre 27, 2022
HomeSportATP Finals di Torino: per Berrettini e Sinner resta la speranza US...

ATP Finals di Torino: per Berrettini e Sinner resta la speranza US Open

Le ATP Finals di Torino rappresentano, attualmente, un traguardo piuttosto lontano per i tennisti italiani, in virtù di una serie di problematiche che hanno comportato la loro lontananza dalle posizioni elevate della classifica per le Finals. Matteo Berrettini e Jannik Sinner, infatti, sono attualmente 14esimo e 15esimo in classifica Race, e avrebbero bisogno di un ottimo piazzamento agli US Open per risalire almeno entro le prime 8 posizioni della Race per le Finals di Torino. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a tal proposito.

I problemi per Matteo Berrettini e Jannik Sinner durante la stagione

La stagione 2022 per Matteo Berrettini e Jannik Sinner non è stata delle migliori, nonostante siano arrivati dei titoli e degli ottimi piazzamenti. Matteo Berrettini, che ha vinto tre tornei consecutivi ed è giunto in finale a Gstaad, ha anche raggiunto la semifinale agli Australian Open, pur non avendo potuto contornare il suo punteggio con la partecipazione agli Slam di Roland Garros e Wimbledon, per infortunio e Covid. Per Jannik Sinner, invece, pece la mancata assegnazione dei punti al torneo londinese, dal momento che l’altoatesino aveva raggiunto i quarti di finale.

Wallstreet English Torino

Il risultato è un punteggio di 1875 e 1870 punti per i due tennisti, ben lontani dai 2700 punti che – attualmente – Alexander Zverev ha maturato in classifica. Per questo motivo, c’è bisogno di un ottimo risultato per sperare di rientrare tra i primi otto in classifica.

US Open: di quanti punti hanno bisogno Matteo Berrettini e Jannik Sinner?

La situazione di Matteo Berrettini e Jannik Sinner è pressoché analoga: sono più di 800 i punti che separano i due tennisti dall’attualmente ottava posizione occupata da Alexander Zverev: se si esclude il tennista tedesco, che ha rimediato un brutto infortunio a Parigi, l’ultimo tennista in scia per le Finals è Hurkacz, a più di 2500 punti.

Matematica alla mano, i due tennisti hanno bisogno di un piazzamento alle semifinali dello US Open: una semifinale Slam, infatti, assegna ben 720 punti, mentre una finale 1200 e una vittoria 2000. E’ chiaro che, qualora dovessero esserci piazzamenti importanti, la certezza di vedere almeno uno dei due alle Finals aumenterebbe, ma non sarà semplice raggiungere certi risultati. Nel caso in cui ciò non dovesse accadere, le già residue speranze di vedere un italiano alle Finals a Torino si assottiglierebbero ancor più.

Bruno Santini
Bruno Santini
Bruno Santini, 21 anni di Aversa (CE). Studente di marketing e scienze della comunicazione presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, già copywriter e articolista presso Wolf Agency di Moncalieri (TO) . Amante di attualità, cinema e musica, oltre che di ogni componente culturale insita in ogni paese.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy