giovedì, Giugno 20, 2024
HomeNewsTragedia ferroviaria a Torino: Cinque addetti alla manutenzione dei binari travolti e...

Tragedia ferroviaria a Torino: Cinque addetti alla manutenzione dei binari travolti e uccisi

In quella che è considerata la più grave catastrofe ferroviaria degli ultimi dieci anni, cinque operai sono stati tragicamente uccisi a seguito di un incidente sulla linea ferroviaria Torino-Milano. Gli operai, impegnati in lavori di manutenzione sui binari, sono stati investiti da una motrice utilizzata per il trasporto di vagoni poco dopo la mezzanotte.

Due operai sopravvissuti all’impatto

Due operai che si trovavano nelle vicinanze sono riusciti a sfuggire all’impatto con la motrice e sono stati prontamente soccorsi e trasportati all’ospedale. Questo fatale incidente è avvenuto nel piccolo comune di Brandizzo, a circa 15 chilometri da Torino.

La testimonianza di un giovane testimone

Un ragazzo di nome Edoardo, di soli 17 anni, era in piazza con alcuni amici quando ha sentito un rumore terrificante: «Un tonfo devastante è risuonato nell’aria e siamo corsi a vedere cosa fosse successo. C’erano detriti del treno su alcune auto parcheggiate» ha raccontato il ragazzo.

Ricostruzione dei fatti

Secondo una ricostruzione preliminare dell’incidente da parte dei carabinieri, sembra che uno dei vagoni coinvolti nell’incidente abbia colpito i sette operai che lavoravano sulla linea. Le forze dell’ordine, tra cui carabinieri e polizia ferroviaria, hanno prontamente circondato e isolato la zona dell’incidente. «Abbiamo visto un pezzo di treno e abbiamo cercato di spostarlo. C’erano resti umani, è stato in quel momento che abbiamo compreso l’entità della tragedia» ha aggiunto Edoardo.

Ulteriori dettagli

Nelle vicinanze della linea ferroviaria, era parcheggiato un camion utilizzato dai lavoratori. Secondo le testimonianze raccolte dalla polizia ferroviaria, sembra che il treno abbia raggiunto di sorpresa il gruppo di lavoratori, colpendoli alle spalle. Al momento, le condizioni dei due operai sopravvissuti sono gravi e sono ricoverati in prognosi riservata all’ospedale di Chivasso.

Aggiornamenti in arrivo

Stiamo continuando a monitorare la situazione e forniremo ulteriori aggiornamenti non appena saranno disponibili.

RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy