domenica, Febbraio 5, 2023
HomeNewsOspedale San Giovanni Bosco: aperto un nuovo pronto soccorso

Ospedale San Giovanni Bosco: aperto un nuovo pronto soccorso

Torino: l’ospedale San Giovanni Bosco inaugura il nuovo pronto soccorso.

L’apertura del nuovo pronto soccorso al San Giovanni Bosco di Torino

Dal 21 ottobre l’ospedale di Torino San Giovanni Bosco ha un nuovo pronto soccorso. I nuovi spazi a disposizione di medici, personale sanitario e pazienti, consentiranno una riorganizzazione dei servizi all’insegna di una migliore qualità nell’assistenza.

Wallstreet English Torino

Il nuovo pronto soccorso permetterà ai pazienti di usufruire di nuove aree di trattamento e nuovi ambulatori per visite specialistiche.

Inoltre, la messa a disposizione di ulteriori spazi, farà sì che il reparto Radiologia ottenga nuovamente i suoi locali, che durante la pandemia da Covid-19 erano stati adibiti alle situazioni di emergenza. La stessa cosa varrà per gli ambulatori di Ortopedia.

Le dichiarazioni di ASL e sanitari sul nuovo pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco di Torino

Il direttore generale dell’ASL della città di Torino, Carlo Picco, ha sottolineato l’importanza di avere a disposizione nuovi spazi per migliorare la qualità dei servizi ai pazienti in un ospedale centrale come il San Giovanni Bosco di Torino. Picco ha dichiarato:

Questo è un ospedale fondamentale nella nostra azienda e per il territorio. Abbiamo investito in un’ottica di programmazione e in questi ultimi anni sono stati fatti qui interventi sostanziali. Stiamo per completare altri interventi e aprire altri cantieri a supporto di ampliamenti di terapia intensiva, che renderanno ancora più forte questo ospedale.

Anche Michele Morandi, alla direzione ospedaliera del San Giovanni Bosco, e Franco Aprà, direttore della struttura di Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza (MeCAU), si dicono soddisfatti e fiduciosi che questo primo ampliamento avrà effetti positivi sulla struttura ospedaliera di Torino nel suo complesso.

Infine, l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi, sostiene che avere locali rinnovati conferisca dignità al personale sanitario e importanti risposte alle esigenze dei cittadini, e conclude ricordando: “Abbiamo presentato una proposta di legge per alzare a 100 euro il tetto per le prestazioni aggiuntive a urgentisti e 118isti e mi auguro che entro fine anno si arrivi all’approvazione”.

Nunzia Cipolletta
Nunzia Cipolletta
Laureata in Comunicazione. Interessata alla politica e alla società. Amante di Musica, Cinema, Arte e Letteratura.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy