martedì, Gennaio 31, 2023
HomeNewsCorteo a Torino per il popolo iraniano: basta abusi e violenze

Corteo a Torino per il popolo iraniano: basta abusi e violenze

Oggi, domenica 8 dicembre, centinaia di persone hanno camminato in corteo nel centro di Torino per ricordare le 176 vittime del volo Teheran-Kiev, abbattuto da due missili iraniani tre anni fa.

Chiaramente i sentimenti dei manifestanti non erano rivolti soltanto verso questo evento circoscritto, per quanto tragico. E infatti nel contesto del corteo era indispensabile lanciare un grido di allarme anche verso lo stato di abusi in cui giornalmente, proprio mentre prende forma questo articolo, gli Iraniani sono costretti a condurre le proprie esistenze.

Wallstreet English Torino

Il corteo è partito da Piazza Vittorio Veneto e si è concluso in Piazza Castello. Tra i partecipanti si respirava un clima ambivalente, insieme di frustrazione e di speranza: ciò che è stato chiesto al governo italiano è di interrompere il prima possibile ogni rapporto diplomatico con l’Iran.

Il corteo è stato organizzato dalle comunità iraniane torinesi, ed è perfettamente in linea con le proteste che stanno avendo luogo in tutto l’Occidente da quando Mahsa Amini è stata assassinata dal regime iraniano.

Si segnala inoltre che a Roma, proprio oggi, è avvenuta un’importante manifestazione contro lo Stato iraniano. A coronamento dell’evento, è stata consegnata una petizione con 300 mila firme davanti all’ambasciata della Repubblica Islamica per chiedere il rispetto dei diritti umani della popolazione iraniana.

Alessandro Combina
Alessandro Combina
Laureato in Culture Moderne Comparate all'Università di Torino, è profondamente interessato alla scrittura in tutte le forme che questa può assumere. Già redattore presso L'Indice dei Libri del Mese ed Ex Libris 20, coltiva la passione per la letteratura e l'arte in generale, mantenendo però un occhio di riguardo per il mondo dell'informazione e della comunicazione.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy