sabato, Gennaio 28, 2023
HomeGuide utiliZtl ambientale: che cos'è e come funzioneranno i nuovi controlli a Torino

Ztl ambientale: che cos’è e come funzioneranno i nuovi controlli a Torino

Oltre la zona centrale di Torino sarà introdotta una nuova zona Ztl per scopi ambientali. L’obiettivo riguarda la purificazione dell’aria circostante, fin troppo contaminata dallo smog dato che il Piemonte supera abbondantemente le normative in opposizione all’inquinamento. La soluzione consiste nel limitare il traffico dei veicoli nelle zone centrali della città, e gli eventuali trasgressori saranno multati.

Nuova Ztl ambientale a Torino: in cosa consiste

Ancora qualche passaggio e sarà probabilmente attualizzata la nuova Ztl ambientale oltre il centro di Torino. L’obiettivo è di regolare la mobilità per tutelare la qualità dell’aria, siccome in città ci sono problemi d’inquinamento, e dunque evitare in specifici giorni che automobili a diesel o a benzina fluiscano in determinati tratti stradali.

Wallstreet English Torino

Il progetto prende forma attraverso l’installazione di 80 telecamere, in grado di monitorare l’eventuale passaggio dei veicoli ai quali è temporaneamente vietata la circolazione all’interno dell’area, permettendo dunque di multare i trasgressori. La qualità dell’aria sarà il fattore determinante per interdire il traffico di certe vetture.

Questi limiti saranno circoscritti per far rispettare quelli preesistenti, siccome chi non le segue non viene conseguentemente sanzionato. Infatti, le telecamere hanno l’importante funzione di immortalare la targa di chi transita, proprio per consentire una contravvenzione.

Zona Ztl ambientale a Torino: il perimetro delimitato

L’area di questa Ztl ambientale consiste in un vasto perimetro che parte dal lato est, seguirà corso Cairoli, corso Massimo e i lungo Po. Sul lato sud, invece, corso Dante e via Tirreno. Sul lato ovest, corso Trapani, corso Lecce e corso Potenza. Sul lato nord, infine, corso Vigevano, Novara e Tortona.

Tutte e quattro le aree saranno monitorate dalle telecamere con eventuali sanzioni consequenziali al raggiro dei limiti imposti e aggiornati in base alla qualità dell’aria, perennemente monitorata allo scopo di perseguire l’obiettivo.

Christian D'Avanzo
Christian D'Avanzo
Cinefilo dalla nascita e scrittore appassionato. Credo fermamente nel potere dell'informazione e della consapevolezza. Da un anno caporedattore della redazione online di Quart4 Parete, tra una recensione e l'altro. Recente laureato in scienze della comunicazione - cinema e televisione presso l'università degli Studi Suor Orsola Benincasa.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy