domenica, Settembre 26, 2021
HomeEventiGiornata nazionale dell’ADSI: tutte le dimore storiche visitabili gratuitamente a Torino il...

Giornata nazionale dell’ADSI: tutte le dimore storiche visitabili gratuitamente a Torino il 23 maggio 2021

L’XI Giornata nazionale dell’ADSI rappresenta un momento particolarmente importante per la realtà italiana, soprattutto per quel che concerne dimore storiche e museali che potranno essere visitate gratuitamente all’interno di determinati contesti cittadini. In un periodo storico in cui i musei italiani hanno perso più di 40 milioni di visitatori, a causa delle problematiche relative alla pandemia, alcune iniziative realizzate per i visitatori sono sicuramente importanti e particolarmente gradite. L’Associazione Dimore Storiche Italiane ha deciso, attraverso l’istituzione della Giornata nazionale prevista per il 23 maggio, di creare un coordinamento nazionale per prevedere la scoperta o la riscoperta di alcune delle dimore storiche più importanti che siano presenti sul territorio.

In occasione del 2021, la Giornata Nazionale dell’ADSI è stata realizzata e patrocinata dalla Commissione nazionale per l’Unesco, dal Ministero della Cultura e dalla Confartigianato ed in collaborazione con la Federazione Italiana Amici dei Musei, l’Associazione Nazionale Case della Memoria e la Federmatrimoni ed Eventi Privati (Federmep). Nel territorio torinese e, in particolar modo, all’interno della Città di Torino, è stato possibile godere di un’iniziativa territoriale particolarmente importante, realizzata sulla base dell’azione della Regione Piemonte, del Consiglio Regionale del Piemonte, della Regione Autonoma Valle d’Aosta, della Città Metropolitana di Torino e delle Province di Alessandria, Asti, Cuneo e Novara.

ArredareModerno

Le dimore storiche visitabili all’interno della Città di Torino sono molteplici e, soprattutto, rappresentano non soltanto il pregio estetico della città piemontese, ma anche tutta l’importanza storica che vuole essere determinata da una Giornata nazionale di così tanto riconosciuto valore. Si tratta delle seguenti:

– Casa Lajolo, via San Vito 23 a Piossasco

– Castello Galli della Loggia, via della Chiesa 41 a La Loggia

– Villa Piossasco di None, via Contessa Birago di Vische 4 a Virle

– Castello di Marchierù, frazione San Giovanni 77 a Villafranca Piemonte

– Parco Castello di Sansalvà e Cascine Pallavicini, via San Salvà 62 a Santena

– Polo Cavouriano-Fondazione Camillo Cavour, piazza Visconti Venosta 2 a Santena

– Castello Provana, via Alpignano 2 a Collegno

– Villa Richelmy, via Martiri XXX Aprile 76 a Collegno

– Palazzotto Juva, Cascina Pascolo Nuovo 77 e via Agnelli 77 a Volvera

– Palazzo Ricca di Castelvecchio, via Vittorio Emanuele II 17/19 a Bricherasio

– Palazzo dei Conti di Bricherasio, via Vittorio Emanuele II 7

– Castello di Osasco, via Castello d’Osasco 10

– Castello di Pavarolo, via Maestra 8.

Comunicato Stampa e foto di Michele Fassinotti
Ufficio Stampa Città metropolitana di Torino

Bruno Santini
Bruno Santini, 21 anni di Aversa (CE). Studente di marketing e scienze della comunicazione presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, già copywriter e articolista presso Wolf Agency di Moncalieri (TO) . Amante di attualità, cinema e musica, oltre che di ogni componente culturale insita in ogni paese.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments

Privacy Policy Cookie Policy