• Home
  • EVENTI
  • Una mostra su Jan Karski a Palazzo Cisterna

Una mostra su Jan Karski a Palazzo Cisterna

jan karski una missione per lumanità 1Per il Giorno della Memoria 2017Palazzo Cisterna, nel centro storico di Torino, sarà allestita una mostra dedicata a Jan Karski (1914-2000), il corriere dello Stato segreto polacco e del Governo in esilio della Repubblica Polacca durante la Seconda Guerra Mondiale. 

L’esposizione sarà composta dai 21 pannelli stampati su forex, che racconteranno come nel 1943 Jan Karski venne inviato presso i rappresentanti degli Alleati per raccontare del terrore seminato dai tedeschi in Polonia, ivi compreso il genocidio degli ebrei.

Fu tra i primi a informare il mondo sulla politica tedesca di sterminio sistematico degli ebrei, ma gli alleati non capirono le dimensioni dell’immane tragedia che si stava consumando nella Polonia occupata.

Il settimanale americano Newsweek ha inserito Jan Karski tra le figure eccellenti del XX secolo, riconoscendo nella sua missione una delle pietre miliari nell’etica della civiltà.

Negli ultimi anni sono stati pubblicati in Italia la prima edizione italiana del libro di Jan Karski La mia testimonianza davanti al mondo. Storia di uno stato segreto (Adelphi 2013) con la traduzione di Luca Bernardini e il fumetto Jan Karski. L’uomo che scoprì l’Olocausto di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso (Rizzoli-Lizard 2014).

I professori Jörg Luther dell’Università del Piemonte Orientale e Sarah Kaminski dell’Università di Torino abbineranno alla mostra un’attività didattica seminariale, da tenersi nella sala Consiglieri di Palazzo Cisterna,  destinata agli insegnanti delle scuole primarie e secondarie del Piemonte e agli studenti universitari.

La mostra sarà parte del progetto didattico internazionale Memorie europee tra Ovest ed Est – elaborazioni in atto della Shoah, che interessa in particolare la Polonia, l’Italia e anche Israele.

Il seminario verrà organizzato nell’ambito della quarta edizione del Corso di Storia e Didattica della Shoah organizzato dalla Rete Universitaria.

All’iniziativa collaboreranno i Dipartimenti di Giurisprudenza, Scienze politiche, economiche e sociali (DIGSPES) di Alessandria e di Studi Umanistici di Vercelli, il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università degli Studi di Torino, l’Ufficio scolastico regionale del Piemonte, con la collaborazione dell’ISTORETO-Istituto Piemontese per la Storia della Resistenza, dell’ISRAL-Istituto per la Storia della Resistenza in Provincia di Alessandria Carlo Gilardenghi e della Società Contemporanea Giorgio Agosti.

La mostra sarà visitabile da martedì 31 gennaio a  venerdì 17 febbraio dalle 10 alle 17 nei giorni feriali.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.