• Home
  • EVENTI
  • L'Incompresa di Asia Argento si gira in Piemonte

L'Incompresa di Asia Argento si gira in Piemonte

incompresaIl 7 ottobre sono iniziate le riprese del nuovo film di Asia Argento dal titolo Incompresa. La cineasta, nonchè famosa attrice figlia d'arte, ha scelto il Piemonte come location della sua terza pellicola da regista dopo Scarlet Diva (2000) e Ingannevole è il cuore più di ogni altra cosa (2004). Il set cinematografico, che permarrà per ca. tre settimane, la vede appassionata direttrice dei giochi dietro la macchina da presa, uno strumento con il quale suo padre, il mitico cineautore del brivido nostrano Dario Argento, ha instaurato negli anni un feeling particolare tale da imporlo come uno dei maestri assoluti della Settima Arte nel genere giallo/thriller. Sembra dunque che quest'ultimo abbia trasmesso alla sua "erede" tutto l'amore per il Piemonte e per Torino, una città misteriosa estremamente compatibile con l'intellettualità applicata alla celluloide della famiglia Argento.

Incompresa, una sorta di versione al femminile del celebre film Incompreso - Vita di un figlio, diretto nel 1966 da Luigi Comencini (che a sua volta aveva tratto ispirazione dall'omonimo romanzo scritto da Florence Montgomery), è ambientato nel 1984 e racconta, in chiave moderna ma con toni drammatici accentuati, la storia di una bambina di nove anni, cui presta il volto la graziosa Giulia Salerno, che non desidera altro che essere amata dai suoi genitori. Nella parte del padre il fascinoso Gabriel Garko, mentre a vestire i panni della madre sarà Charlotte Gainsbourg, ormai richiestissima da molti registi per interpretare ruoli difficili, ambigui in pellicole socialmente e filosoficamente impegnate. Peraltro la Argento e Garko hanno già lavorato insieme recitando nel cast della fiction Sangue caldo, andata in onda su Canale 5 tempo fa. Pare dunque che i due si siano trovati molto bene nell'occasione, tanto da intraprendere una nuova avventura professionale che auspicano possa concedere molte soddisfazioni. Qualcosa va doverosamente detto anche della piccola protagonista, un'attrice dalla precoce e candida completezza con all'attivo film di assoluta rilevanza, i più recenti dei quali risultano essere Un giorno perfetto (Ferzan Ozpetek, 2008) e Tutta la vita davanti (Paolo Virzì, 2008)

La pellicola si avvale del sostegno della Film Commission Torino Piemonte, sempre più attiva, vitale e laboriosa nell'ambito dell'intrattenimento cinematografico, con la disponibilità di 25 maestranze locali. L'opera costituisce una coproduzione italo-francese della WildSide di Lorenzo Mieli e Mario Gianani in collaborazione con la Paradis Films di Eric Heumann.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.