A Torino sarà un'estate al cinema

mncrevisitedIl 7 luglio prossimo sarà il 60° anniversario dell'Associazione Museo Nazionale del Cinema, voluta e fondata da Maria Adriana Prolo.
Per l'occasione è stato creato un programma celebrativo, ben 5 rassegne cinematografiche per 54 titoli e 31 appuntamenti in sei diverse location e, per concludere, una serata speciale dedicata alla fondatrice dell'Associazione.
L'iniziativa troverà spazio in posti inconsueti. Non i classici cinema, nemmeno quelli all'aperto, ma strutture che solitamente vengono adibite ad altre funzioni.

Le cinque rassegne

Si inizia domani, 12 giugno, con la prima rassegna dedicata ai film sulla musica e i suoi protagonisti, Mettersi in ascolto: per otto serate (12 e 22 giugno, 3, 10, 17, 24, 27 e 31 luglio) al Cecchi Point – Hub Multiculturale di via Cecchi 17.
Dal 13 giugno al 23 luglio, CineComedy a Mirafiori, dedicata alle commedie italiane ed europee nelle date del 13, 19, 20, 27 giugno e 4, 11, 18 e 23 luglio e la location sarà la Casa nel Parco al Parco Colonnetti.
A seguire, Il Castello Errante, Buone Visioni, il cinema d'essai al Castello di Roddi (CN) che, oltre alle proiezioni dei giorni 16, 23, 30 giugno, 7 e 14 luglio, offrirà anche la possibilità di cenare seguendo un percorso europeo: ogni sera, infatti, un menù proveniente da una diversa regione dell'Europa.
Al Planetario di Pino Torinese, invece, vanno in scena i film di fantascienza per la rassegna dal titolo La Terra Vista dalla Luna, nelle serate del 28 giugno, 5, 12, 26 luglio, 2 e 9 agosto.
L'ultima rassegna, La Salute in Comune, tratterà di cinema come inclusione sociale. Presso la sede del Polo Cittadino della Salute ai Giardini Reali, proiezioni di corti e incontri l'1 e il 15 luglio.

La serata in onore della fondatrice, Maria Adriana Prolo

La serata speciale in dedicata a Maria Adriana Prolo si terrà invece lunedì 8 luglio al Cinema Massimo. Ricordi di chi l'ha conosciuta e proiezione di perle del film muto torinese sonorizzate dal vivo. In quest'occasione, sarà presentata anche la borsa di studio che l'associazione mette a disposizione degli aspiranti cineasti.

Tutti gli eventi, ad esclusione di quelli del Planetario di Pino Torinese, sono gratuiti.

Uno sponsor tutto torinese

Il fast slow food torinese, il M**Bun, mesi fa ha creato e sperimentato sul mercato la Cola tutta nostrana, la MoleCola. Dopodealessandricola sei mesi, il prodotto cittadino si butta nel mercato con le migliori intenzioni di conquistare non solo i torinesi, ma tutta l'Italia. Da oggi, infatti, la MoleCola sarà disponibile in tutti gli esercizi commerciali del Piemonte e, da domani, anche nel resto dello Stivale.

Quale occasione migliore per fare l'ingresso in società se non un evento estivo? Ci fideremo anche del parere del Vicesindaco di Torino, Tom Dealessandri, che come un provetto sommellier moderno, assicura la bontà della bibita “anche se è calda”.

È buona e fa (del) bene

Un'altra buona ragione per consumare la cola nostrana è la solidarietà: MoleCola, infatti, sostiene SOS Villaggi dei Bambini, un'organizzazione internazionale presente da 50 anni in Italia, impegnata nell'accoglienza di bambini privi di cure familiari e nello sviluppo di programmi di sostegno rivolti alle famiglie in difficoltà.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.