mercoledì, Gennaio 26, 2022
HomeNewsTatuaggi colorati: in vigore le nuove regole UE 2022

Tatuaggi colorati: in vigore le nuove regole UE 2022

Già ampiamente preannunciato, il rischio per la salute di alcuni pigmenti utilizzati sulla nostra pelle, sta per essere bandito. Dal 4 gennaio 2022 sono entrate in vigore le nuove norme per i tatuatori e tatuaggi, ma anche per il trucco permanente, in materia di tossicità dei materiali e sulle norme igieniche. Più di 4 mila colorazioni tossiche e cancerogene sono state bandite in UE.

Tatuaggi colorati e sostanze tossiche: banditi alcuni pigmenti ma non si limitano al bianco e al nero

La Commissione Europea ha stabilito alcuni paletti per l’impiego di tinte utilizzate dai tatuatori che penetrano nella pelle delle persone. Quindi, i prodotti, pigmenti e modus operandi di catalogare le tinte, è cambiato.

ArredareModerno

Alcune, sono state ritenute dannose in quanto contenenti sostanze chimiche, tossiche, impure e dannose, nonché addirittura cancerogene per la nostra pelle. Ecco che tatuaggi e trucco permanente devono adeguarsi ai nuovi standard. Anche perché, la CE ha rilevato, nelle sue statistiche, che il 12% degli europei è tatuato.

Indipendentemente da dove arrivino gli inchiostri banditi, non potranno essere impiegati per i trattamenti su pelle.

Ma, a differenza di quello che alcuni possono pensare, non si bandiscono tutti i tatuaggi colorati in Europa; si sta valutando principalmente sul divieto di alcuni pigmenti:

  • Blue 15
  • Green 7.

Frutto di queste restrizioni, sono i 5 anni di studio dell’Echa (agenzia europea dei prodotti chimici). Ora, i tatuatori dovranno comunicare al cliente l’origine della colorazione e tutti  i dati necessari per sapere se è a norma. Quindi i colori non verranno vietati ma solo regolamentati. E sarà cura dei produttori di colori, aderire alle norme vigenti. In caso contrario, anche ai tatuatori utilizzatori di colorazioni fuori norma, vedranno applicate le sanzioni e procedure penali al pari del produttore.

Inoltre, le etichette sulle singole confezioni, devono riportare, in lingua italiana, la dicitura ‘miscela per tatuaggi o trucco permanente’ e con l‘identificazione del numero di lotto d’acquisto.

Questo anche per combattere il nero e l’abusivismo nello smercio dei colori.

Infine, il capitolo igiene: non tutti seguono né le regole, né il buonsenso quando operano su di una persona un disegno scolpito nella pelle. Molti neanche ci pensano, ma esce del sangue mentre ci facciamo tatuare e siamo in balia di polvere, germi e batteri; anche del tatuatore che non indossa né mascherina né protezioni. Quindi attenzione. Ad oggi, le nuove regole stabiliscono che la seduta per effettuare il tatuaggio deve essere in un luogo separato dal resto dello studio.

Federica Felice
Formata come Interior&Garden Designer, ho frequentato un corso di giornalismo che mi ha permesso di prestare servizi come copywriter e ghostwriter. Sono curiosa di natura e, tra i diversi interessi, ho la passione per la fotografia e i libri/film gialli.
RELATED ARTICLES
Privacy Policy Cookie Policy