• Home
  • CRONACA
  • Piemonte, parte la fase di colloqui per i giovani 15-29 anni del progetto Garanzia Giovani

Piemonte, parte la fase di colloqui per i giovani 15-29 anni del progetto Garanzia Giovani

Logo del progetto Garanzia GiovaniA due mesi dall'avvio del progetto sperimentale Garanzia Giovani finanziato dall'Unione europea, rivolto ai giovani in età compresa fra 15 e 29 anni disoccupati e che non studiano, il Piemonte è tra le poche regioni ad aver avviato la seconda fase del progetto, che prevede i colloqui dei candidati selezionati per le offerte lavorative a disposizione.

Per la prima volta, con il progetto Garanzia Giovani ha dichiarato Gianna Pentenero, assessore al Lavoro e alla Formazione professionale si attiva un'azione sistematica e concreta per aiutare i giovani ad entrare nel mondo del lavoro e far incontrare in tempi rapidi domanda e offerta. Un progetto che qui in Piemonte è entrato nel vivo fin da subito, andando oltre la semplice profilazione dei candidati ma cercando di abbinare a ciascuno di essi un'opportunità lavorativa in base alle effettive richieste del mercato.
L'efficacia del progetto è testimoniata dall'alto numero di ragazzi iscritti in pochi mesi e dalla crescente attenzione del mondo imprenditoriale ad una sperimentazione innovativa che ci auguriamo possa consolidarsi in un sistema efficace di inserimento al lavoro per i nostri giovani
.

Del miliardo e mezzo destinato all'Italia, il Piano Europeo (Youth Guarantee) riserva alla nostra Regione 97,4 milioni di euro, di questi, poco meno della metà servirà per migliorare competenze e conoscenze dei giovani, in modo da aumentarne le possibilità occupazionali allineandone i profili ai fabbisogni del mercato. Altri 31 milioni promuoveranno i tirocini extra-curriculari, anche in mobilità geografica, per favorire una prima esperienza lavorativa e permettere alle imprese di formare i ragazzi sul campo; 12 milioni sono destinati all'accompagnamento e quasi 9 milioni ad accoglienza, presa in carico e orientamento.

A queste risorse si aggiungono poi i 5,5 milioni di euro del POR FSE 2014-2020 anticipati dalla Regione Piemonte per finanziare percorsi occupazionali ed iniziative informative sul territorio.

I numeri del progetto Garanzia Giovani

Ad oggi sono oltre 7.500 i giovani che si sono iscritti al progetto, registrandosi sul portale nazionale garanziagiovani.gov.it o su quello regionale, 40 Agenzie private accreditate e 21 Centri per l'Impiego coinvolti, oltre 2.500 i giovani prossimi al diploma che hanno aderito alle iniziative di orientamento avviate nelle scuole. Al 2 luglio i dati forniti dall'Agenzia Piemonte Lavoro registrano 200 opportunità lavorative o di tirocinio sull'intero territorio regionale, per un totale di 250 posti con un trend in continua crescita. Tra i profili maggiormente richiesti saldatori, periti meccanici, macellai, aiuti cuochi, disegnatori meccanici ed impiegati amministrativi, per i quali sono già stati selezionati 388 giovani che nei prossimi giorni saranno chiamati a colloquio.

Secondo l'Osservatorio regionale mercato del lavoro, le persone in cerca di occupazione in Piemonte, nel 2013, sarebbero state 213.500 di cui 83.500 nella fascia 15-29 anni. La sola provincia di Torino registra un totale disoccupati pari a 118.000 di cui 46.000 nella fascia 15-29.
Da oggi, presso l'Agenzia Piemonte Lavoro, in via Belfiore 23/c a Torino, è a disposizione lo "Youth Corner", il primo punto servizi italiano dove i ragazzi potranno registrarsi e ricevere informazioni su Garanzia Giovani.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.