• Home
  • TURISMO
  • Torino, a Palazzo Reale visite guidate serali

Torino, a Palazzo Reale visite guidate serali

salablu palazzo reale torinoDal 14 al 28 settembre, Palazzo Reale apre al pubblico gli Appartamenti della Regina; cinque ambienti di rara preziosità e ricchezza, eretti e decorati alla fine del Seicento. Arredi di pregio ed eleganti fregi fanno di queste stanze un esempio unico della maestria degli artisti del Barocco: i pittori Seyter, Valeriani e Crosato, l'ebanista Piffetti, gli l'architetti Juvarra e Alfieri. Ad accompagnare i visitatori, una guida d’eccezione: la Regina Polissena d’Assia, che racconterà loro alcuni aneddoti della vita alla corte dei Savoia nel Settecento.

Polissena d’Assia, seconda moglie di Carlo Emanuele III

Ancora in giovane età, Polissena venne proposta in moglie al vedovo Carlo Emanuele III, principe ereditario di Savoia, dal momento che la sua prima moglie, Anna Cristina Luisa del Palatinato Sulzbach, era morta nel 1723 e lo aveva lasciato solo con un figlio. Il matrimonio tra i due venne siglato per procura il 23 luglio 1724 e la cerimonia ebbe luogo il 20 agosto 1724 a Thorn. Nel 1728, con la morte della suocera Anna Maria d'Orleans, nipote di Luigi XIV di Francia, Polissena divenne corte polissena dassia1la donna più importante ed influente alla corte sabauda.

Nel 1730 suo suocero Vittorio Amedeo II, abdicò in favore del figlio Carlo Emanuele che, dal 3 settembre di quell'anno cinse la corona di Savoia e con lui Polissena divenne regina di Sardegna, principessa di Piemonte, duchessa di Savoia e titolare di molti altri titoli sussidiari. Morì di parto all'età di 28 anni e venne sepolta dapprima nella Cattedrale di San Giovanni Battista e successivamente, dal 1786, nella Basilica di Superga a Torino. Delle tre mogli di Carlo Emanuele III, Polissena d'Assia è stata probabilmente la più amata dal sovrano, e non solo perché quello con lei è stato il matrimonio durato più a lungo, ma soprattutto perché Polissena aveva condiviso con il marito tutti i convulsi momenti legati alla travagliata ascesa al trono, sostenendolo nelle sue decisioni e partecipando con lui al nuovo indirizzo artistico e culturale della corte. Si racconta che Polissena fu tanto amata da Carlo Emanuele quanto mal vista dal padre di lui Vittorio Amedeo, il quale, ritenendo che ella distogliesse le attenzioni del figlio dalla politica, giunse ad imporre agli sposi di dormire in due appartamenti separati.

PALAZZO REALE


Indirizzo: Piazzetta Reale, 1, 10123 - Torino

Telefono: +39 0114361455

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.