• Home
  • EVENTI
  • La Biennale di Scultura Internazionale al Castello di Racconigi

La Biennale di Scultura Internazionale al Castello di Racconigi

BIENNALE DI SCULTURA INTERNAZIONALE 2013Il Parco del Real Castello di Racconigi ospita quest’anno l’edizione 2013 della Biennale Internazionale di Scultura. Per chi ama quest’arte di dare forma ad un’ idea in un oggetto partendo dal materiale grezzo o dall'assemblaggio di diversi materiali, non può mancare all'appuntamento che durerà fino al 13 Ottobre 2013.

Il tema di quest’anno della Biennale è “Pensare lo spazio. Dialoghi tra natura e immaginazione” ed è stato curato da Claudio Cerritelli. Saranno esposte ben 62 sculture di grande dimensione nella magnifica cornice del Parco del Real Castello di Racconigi, realizzate da artisti provenienti da Italia, Spagna e Germania a dimostrazione della vocazione internazionale dell’iniziativa oltre che della volontà di proporre testimonianze di esperienze vive, in un molteplice intreccio di forme, colori e dimensioni.

Gli scultori hanno un bagaglio esperienziale fatto di percorsi culturali eterogenei e la mostra è un esempio di espressione artistica di diverse generazioni. Sono tutti artisti affermati e nel pieno della loro maturità creativa; noti per le personali scelte di poetica e di linguaggio. Gli scultori che partecipano alla Biennale Internazionale di Scultura a Racconigi sono gli italiani: Sergio Alberti, Italo Antico, Gabriella Benedini, Giuseppe Bergomi, Enzo Bersezio, Alessandra Bonoli, Giovanni Campus, Angelo Casciello, Nino Cassani, Ettore Consolazione, Nello Finotti, Sergio Floriani, Massimo Ghiotti, Roberto Lanaro, Italo Lanfredini, Piera Legnaghi, Umberto Mariani, Eliseo Mattiacci, Franco Mazzucchelli, Igor Mitoraj, Marcello Morandini, Giuseppe Pirozzi, Graziano Pompili, Valerio Righini, Davide Scarabelli, Paolo Schiavocampo, Mauro Staccioli, Antonio Trotta, Sergio Zanni, Nane Zavagno con una sezione storica riservata a: Angelo Bozzola, Carmelo Cappello, Andrea Cascella, Sandro Cherchi, Pietro Consagra, Agenore Fabbri, Michele Festa, Quinto Ghermandi, Umberto Mastroianni, Umberto Milani, Augusto Perez, Pierluca, Giò Pomodoro, Vittorio Tavernari; gli spagnoli: Vicente Baron Linares, Lluis Cera, Ramon De Soto, Natividad Navalon, Miquel Navarro, Jaume Pensa, Rablaci, Susana Solano, Mar Solis ed i tedeschi: Jörg Bach, Ingrid Hartlieb, Jürgen Knubben, Armin Göhringer, Johannes Pfeiffer, Werner Pokorny, Klaus Prior, Robert Schad, Hartmut Stielow.

{AF template=round_bended_corner float=right width=320px }

Informazioni utili
La mostra è aperta al pubblico dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 19:00 in via Morosini, 1 a Racconigi, Cuneo. 
Il biglietto costa solo 2 euro, ovvero la tariffa di ingresso al parco.
{/AF}

CASTELLO DI RACCONIGIOltre alla mostra, nei locali sottostanti la serra della Margaria, sarà possibile osservare la presentazione di una sezione storica di scultori operanti nel secondo dopoguerra in Italia, una sorta di “numi tutelari” degli artisti le cui opere sono disseminate nel grande Parco.

La tradizione del parco di scultura affonda le radici nell’antichità sino ad arrivare oggi alle grandi collezioni all’aperto con opere d’influenti autori internazionali moderni e contemporanei. Molteplici sono oggi gli esempi di allestimento nel verde in Italia e soprattutto all’estero, dove il dialogo tra l’arte e la natura rilancia continuamente il rapporto tra l’uomo e lo spazio che lo circonda; un dialogo trasversale, dunque, quello che aleggia nei giardini della Reggia di Racconigi, che alterna il sussurro intimista di alcuni lavori particolarmente delicati, all’esplosione di materia e significato di opere monumentali, secondo l’approccio di ciascun artista con i materiali lavorati e con il contesto naturale.

I visitatori della Biennale di Scultura potranno dunque godere la visione di opere sorprendenti mentre passeggiano attraverso gli alberi secolari nel Parco di una delle Regge Sabaude più belle e meglio conservate. Il Parco stesso si è aggiudicato nel 2010 il prestigioso premio di “Parco più bello d’Italia” e l’allestimento curato da Riccardo Cordero ne esalta ulteriormente la ricchezza e l’armonia.

 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.