• Home
  • EVENTI
  • Torino, decima edizione della Festa di San Cataldo dal 12 al 16 giugno 2013

Torino, decima edizione della Festa di San Cataldo dal 12 al 16 giugno 2013

Foto articolo
Dal 12 al 16 giugno si svolge a Torino la decima edizione della Festa di San Cataldo.
Nato nel 2003, l’evento nel corso degli anni è diventato una vera e propria tradizione per il capoluogo piemontese, capace di riunire e coinvolgere per 5 giorni un pubblico proveniente da numerose regioni italiane e da paesi esteri.

In occasione del decennale della festa, l’Associazione Quattro Torri ha ideato una serie di iniziative legate non solo alle celebrazioni religiose, con lo scopo di coinvolgere un pubblico ancor più ampio. L’inizio dei festeggiamenti, mercoledì 12 giugno, prevede una messa solenne al Duomo di Corato (provincia di Bari) e l’inizio della peregrinatio della Sacra Statua d’argento di San Cataldo, con arrivo previsto al Duomo di Torino giovedì 13 alle ore 10. Nel nome del Santo, dunque, giungeranno in città numerosi coratini di prima e successive generazioni residenti in Piemonte – la comunità coratina piemontese è stimata in oltre diecimila persone - alcune delegazioni di coratini emigrati in altre regioni e in Paesi come Francia, Svizzera e Germania, una folta rappresentanza di coratini di Corato, una delegazione di diocesani della diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie e una delegazione di ciascun paese dove viene venerato San Cataldo.

I festeggiamenti continueranno dunque fino a domenica 16 giugno con numerose attività: nel pomeriggio di giovedì 13 sarà possibile visitare, presso il Circolo Eridano di Corso Moncalieri, le mostre fotografiche San Cataldo e Corato di ieri e oggi, un excursus sulla storia urbanistica della città pugliese da fine ‘800 ai giorni nostri.
Venerdì 14 giugno, dopo la recita del Santo Rosario presso il duomo di Torino, spazio al teatro. Alle ore 21, presso il Centro Culturale Principessa Isabella di Via Verolengo, la compagnia Artemedia porterà in scena lo spettacolo Casa Balducci, commedia originale – scritta appositamente per l’evento - che riflette in maniera ironica e divertente sul tema della migrazione di ieri e oggi, con un accostamento tra le vicende vissute dalle popolazioni meridionali emigrate al nord negli anni ‘70 e le difficoltà e i pregiudizi affrontati oggi dagli extracomunitari che arrivano in Italia.
Le celebrazioni proseguiranno Sabato 15 giugno con un incontro presso il Palazzo di Città tra il sindaco Piero Fassino e una delegazione di rappresentanti civili e religiosi dei Comuni d’Italia che hanno San Cataldo come Protettore o Coprotettore. Sempre sabato 15, ancora protagonista la cultura; dopo la cena al Circolo Eridano, infatti, il pubblico potrà assistere, a partire dalle 20.30, a un grande spettacolo di musica lirica con la pianista Olga Livtichko, la mezzosoprano Svetlana Skvortsova e la soprano Oxana Mochenets, con la partecipazione straordinaria del baritono Lorenzo Battagion e di Aldo Caputo, giovane tenore coratino di fama internazionale, già interprete del Mosè in Egitto di Rossini al New York City Opera.

La serata proseguirà con il cabaret del comico piemontese Pippo Romano, per concludersi con l’assegnazione del Premio Coratino nel Mondo, istituito nel 2005  per onorare le personalità nate a Corato che si siano distinte in un qualsiasi campo dell’arte, della cultura, della scienza e delle istituzioni al di fuori dell’ambito regionale pugliese. Per il 2013 è stato scelto il Dottor Cataldo De Palma, ortopedico, che succede a personaggi come Francesco Tandoi, medico chirurgo specialista in trapianti di fegato alle Molinette, Maria Teresa Padula, scenografa e docente dell’Accademia di Brera, Adriano Calvi, ingegnere aeronautico e progettista aerospaziale della ESA (European Space Agency)/ESTEC (European Space Research and Technology Centre) di Noordwijk (NL), la professoressa Filippina Caputo, astronoma dell’istituto nazionale Astrofisica di Roma, e allo stesso tenore Aldo Caputo, premiato nel 2011.

Domenica 16 giugno alle ore 9 verrà celebrata una messa Solenne nel Duomo, officiata da S.E. Monsignor Giovan Battista Picchierri, Vescovo di Trani, e accompagnata dalla corale Nostra Signora della Salute, diretta dai Maestri Omar Caputi e Gilberto Drandi. A seguire, la Processione della Sacra Statua di San Cataldo che, partendo da Piazzetta San Giovanni, percorrerà le vie del centro, da Via Roma a Piazza San Carlo, passando per Piazza Solferino e Via Santa Teresa, per poi fare ritorno al Duomo, il tutto con l’accompagnamento musicale della banda Giuseppe Verdi. I festeggiamenti si chiuderanno al Circolo Eridano, con pranzo a partire dalle ore 13 e con un pomeriggio danzante, animato dal duo Alla Vecchia Maniera.

La Festa di San Cataldo è un evento organizzato dall’Associazione Quattro Torri – Coratini in Piemonte con il patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Torino, Città di Torino, Regione Puglia, Provincia di Bari, Città di Corato. Sponsor della manifestazione: Il Residence - Case di Cura, Piemonte energy, R.E.S.A., Reale Mutua Assicurazioni.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.