• Home

Cronaca

Notizie e news in tempo reale a Torino. Cronaca, avvenimenti, commenti e riflessioni sulle ultime da Torino  e da Piemonte. Notizie ed aggiornamenti su ciò che avviene in città.

Cronaca e notizie a TORINO e provincia: news in tempo reale a Milano selezionate da TORINOFree.it

Stimolazione magnetica transcranica: dove farla e come funziona

stimolazione magnetica transcranicaLa stimolazione magnetica transcranica (TMS) è una tecnica non invasiva di stimolazione magnetica del tessuto cerebrale molto utile per trattare disturbi psichiatrici e neurologici quali la depressione, patologie legate al gioco d’azzardo, l’abuso da sostanze, ecc.

TMS, come funziona

La stimolazione magnetica transcranica funziona senza medicinali perché il cervello è un organo che lavora tramite connessioni elettriche e tutte le funzioni e le disfunzioni del cervello possono essere concepite proprio come il funzionamento di un sistema elettrico. Le disfunzioni come la depressione, si crede siano causate proprio dalla disfunzione elettrica di una regione del cervello, quindi stimolando  l’area del cervello si punta ad aumentare la sua funzione per comportarsi in modo normale.

Un ampio studio clinico pubblicato del 2010 negli Usa ha dimostrato che i pazienti che non hanno risposto positivamente ai tradizionali farmaci antidepressivi, ha raggiunto la remissione con la stimolazione magnetica transcranica.

La TMS è risultata molto efficace per la cura depressione, dipendenze da alcool, cocaina, fumo, gioco d’azzardo patologico e non è invasiva visto che agisce attraverso campi magnetici pulsati e concentrati in un’area di piccole dimensioni.

La procedura ha una durata che può variare fino a 30 minuti, con trattamento ambulatoriale senza ricovero e non è assolutamente invasiva e provoca solo un leggero fastidio passeggero nella zona stimolata.

rTMS è uno strumento molto flessibile, applicabile a molte  patologie del sistema nervoso centrale. Attraverso la stimolazione della corteccia cerebrale si osservano dei cambiamenti comportamentali che nel tossicodipendente esitano nella riduzione del craving (bisogno) per la sostanza (cocaina, alcol, tabacco). Similmente nel gioco d’azzardo patologico si osservano risultati analoghi.

Sono gli stessi pazienti a confermare l’efficacia del trattamento: in 2 casi 3 già dalla prima settimana di trattamento si ha una notevole riduzione del craving e si può riprendere la vita normale, rivedendo la luce dopo anni.

Quindi permette di rendere la libertà ai pazienti schiavi delle dipendenze, salvare situazioni familiari difficili e situazioni talvolta legate ai debiti di gioco o anche causati dall’acquisto di cocaina o problemi legali es. incidenti stradali dovuti ad alcol e altre sostanze. rTms quindi dà soprattutto la possibilità di reinserire in poco tempo il paziente in ambiti lavorativi/sociali normali.

TMS, dove farla in Italia

In Italia è possibile rivolgersi a  rTMS Italia, centro terapeutico specializzato nella cura delle dipendenze da cocaina gioco d'azzardo tabacco e alcol, con due sedi: la prima a Cagliari e la seconda a Milano.

 

Uno dei principali problemi curati è la dipendenza da sostanze. A Cagliari lo 0,8% della popolazione è cocainomane, e circa un terzo vorrebbe porre fine alla sua dipendenza. Percentuale che a Milano sale al 3% e il numero di persone disposte a smettere è sempre un terzo del totale. Inoltre, in Italia l’11% della popolazione ha bisogno di una cura per depressione e circa il 30% di questi pazienti non risponde ai farmaci.

Sono molti i pazienti dipendenti da cocaina e altre sostanze o che si chiedono come smettere di giocare d'azzardo che spesso rinunciano a curarsi perché le altre terapie, comprese quelle farmacologiche, non hanno avuto successo. Per questi pazienti la stimolazione magnetica transcranica risulta essere la soluzione ideale.

Il costo della terapia, che purtroppo al momento non è convenzionata, è comunque inferiore a quella che i  pazienti affronterebbero per l'acquisto delle sostanze che rovinano la loro vita. A Cagliari la terapia ha un costo di 2.000 euro (100 a seduta) per la depressione e di a 3.400 euro (100 a seduta) per le dipendenze mentre a Milano si utilizza un nuovissimo macchinario composto da un casco bilaterale per una stimolazione profonda, che ha un costo maggiore ma un funzionamento con minori sedute. (es. 13 sedute per il tabagismo, 20 sedute per le altre dipendenze. L’efficacia della terapia è su due pazienti su tre.


Ricordiamo che si tratta di una terapia ambulatoriale:

- si rimane sempre consci e non si hanno effetti collaterali tranne in alcuni casi di lieve fastidio nelle zone di stimolazione

- dopo la seduta della durata massima di 30 minuti si può tornare alle normali attività

- non servono farmaci, non c'è bisogno di andare in comunità.

-Assistenza diretta da parte di personale specializzato e alle chiamate risponde sempre un medico
-ad oggi ottimi risultati e nel mondo è l’unica terapia per queste patologie che dia risultati di remissione in ⅔ dei casi, contro gli scarsi risultati delle terapie farmacologiche e comunità.

-immediatezza dell’efficacia ( i pazienti riferiscono riduzione del craving dalla prima settimana).

-assoluta privacy: potenzialmente un paziente potrebbe eseguire un ciclo anche in totale segretezza.

Per informazioni:

rTMS Italia

Email: info@rtmsitalia.it

Web: http://www.rtmsitalia.it/

Numero Verde Nazionale: 800187768

Che cosa è il GDPR?

privacyNel corso degli ultimi 20 anni, agenzie pubblicitarie e multinazionali in ogni nazione hanno sviluppato sofisticati sistemi per targettizzare la pubblicità sul singolo utente. I dati sulle preferenze dei consumatori, spesso erano utilizzati senza il consenso di questi ultimi Secondo una recente ricerca eseguita da eMarketer negli Stati Uniti d’America, si stima che gli inserzioni statunitensi spendano più di 35 miliardi di dollari in pubblicità programmatica.

In Europa, per porre un limite all'utilizzo di questi dati senza il giusto consenso, è stata sviluppata una legge sulla protezione dei dati generali (GDPR) che entrerà in vigore proprio il 25 maggio 2018. Senza il dovuto consenso da parte dell’utilizzatore di un sito, le aziende non avranno più la possibilità di proporre pubblicità programmatiche alle persone. In questo modo, si garantisce all'utente un pieno controllo su quali dati può offrire al sito internet durante la sua navigazione.

L’applicazione del GDPR

In base alle nuove applicazione del GDPR sulla normativa privacy, le aziende ora devono aderire a una serie di rigide clausole relative alle metodologie con cui raccolgono i dati. In questo modo, si può permettere alle persone di decidere quali informazioni scelgono di condividere e quali invece non lo devono essere.

Ad esempio, le regole del GDPR tengono conto del “diritto all’oblio” (le persone possono chiudere che alcuni contenuti presenti online che li riguardano siano rimossi). Inoltre, il nuovo regolamento impedisce alla aziende di raccogliere dati sui minori di 16 anni senza il consenso dei genitori.

Nel caso si presenti una violazione dei dati da parte di qualche hacker o male intenzionato, si dovrà procedere alla segnalazione alle autorità e ai clienti entro 72 ore. Questo, permette sia alle aziende che al singolo utente di avere tutto il tempo per riuscire a porre rimedio al furto dei dati. Secondo un recente studio di Javelin Strategy & Research, lo scorso anno 16,7 milioni di consumatori solo negli Stati Uniti d’America hanno visto violare la propria identità.

Mentre il GDPR è un’iniziativa dell’Unione Europea, la sua applicazione ha validità in tutto il mondo. Ciò significa che le grandi multinazionali americane, fino ai piccoli e-commerce presenti in unione europea hanno gli stessi obblighi sull'utilizzo dei dati dei cittadini presenti all'interno dell’Unione Europea.

Le aziende che non ottemperano ai requisiti imposti dalla legge, possono essere ritenute responsabili per sanzioni finanziarie fino a 20 milioni di euro o il 4 per centro del fatturato totale dell’azienda; a seconda di quale è la cifra più grande.

Durante una recente intervista dell’Avvocato Andrea Maggipinto, tenuta presso l’ Industrial Cyber Security Forum del 30 gennaio a Milano, l’avvocato ha confermato che data la natura in continua evoluzione dell’universo digitale, molti esperti considerano la scadenza del 25 maggio come un inizio. Il termine ultimo per rendere la propria azienda conforme al GDPR non è un traguardo, in un certo senso si tratta solo di una linea di partenza per scrivere una politica di protezione dei dati a 360 gradi.

Noleggiare strutture per eventi, come fare?

strutture per eventiQuando si ha la responsabilità di organizzare un evento, che si tratti di un comizio, di una cerimonia o di un concerto si dovrà avere la necessità di noleggiare delle strutture. In questo caso, la scelta di un partner affidabile e serio, può essere la chiave di volta per le sorti dell’intera organizzazione.

Per chi è interessato a noleggiare dei tendoni per feste, le proposte di Noleggio Service di Casalmoro sono da sempre una sicurezza. L’esperienza matura nel corso degli anni, ha portato questa azienda a distinguersi sia nel territorio mantovano che nelle provincie limitrofe. Inoltre, il rapporto qualità/prezzo offerto è sicuramente tra i migliori.

I tendoni per le feste e celebrazioni sono proposte di varie metrature e tipologie, così che si possano adattare nel migliore dei modi alle esigenze di ogni cliente. Inoltre, è possibile usufruire del servizio di sopralluogo gratuito per verificare quale soluzione è meglio scegliere per organizzare nel migliore dei modi l’evento. Anche in caso di non conformità della pavimentazione o della zona dove si terrà l’evento, è possibile studiare una soluzione in grado di garantire il miglior risultato possibile.

Un partner come Noleggio Service, oltre a fornire un tendone è in grado anche di fornire una serie di servizi accessori come il noleggio di attrezzature per il catering, sedie, tavoli, piste da ballo e palchi o tribune di diverse dimensioni.

In che situazioni può essere d’aiuto un servizio di noleggio?

Banchetti, concerti, comizi o concerti di musica possono essere situazioni in cui è bene affidarsi a un servizio di noleggio. In molte situazioni comuni ed enti, scelgono di servirsi di servizi di noleggio esterno per ogni evento organizzato. Questo, oltre a semplificare le procedure di allestimento permette anche di semplificare le norme legislative. Infatti, una volta che si è montato un tendono o una piattaforma di grandi dimensioni è obbligatorio per legge farla verificare da un tecnico autorizzato. I vigili del fuoco o i vigili comunali, in caso di verifica prima o durante lo svolgimento della manifestazione possono richiedere questa certificazioni se la tensostruttura è di grandi dimensioni. Senza questa certificazione, si può incappare in sanzioni e/o nei casi più gravi anche nell’annullamento della manifestazione.

Perché affidarsi a un noleggio?

Affidarsi a un noleggio, oltre a ridurre al minimo il costo di acquisto di materiale per un determinato evento, offre anche la possibilità di avere una mano nel momento dell’organizzazione dell’evento ma anche nella fase di chiusura. È bene ricordare, che una volta che l’evento si è concluso è necessario riportare il luogo dove si è svolto alle condizioni antecedenti l’evento. Se non si è organizzati nel migliore dei modi, questa operazione può diventare anche più complicata dell’organizzazione. Nel caso si occupi del suolo pubblico o all’interno di un edificio privato, spesso si ha poco tempo per liberare la zona. L’incalzare di un nuovo evento o di altre manifestazioni, può portare il tempo a disposizione a poche ore.

Torino ospita il progetto Teacher Assistant di Wep

teacher assistant 2018 1Per il quinto anno torna a Torino il grande progetto Teacher Assistant di Wep, ideato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte e che, negli ultimi quattro anni, ha visto coinvolti circa 14.000 studenti e 100 istituzioni scolastiche della Regione.

Il progetto vede 33 ragazzi stranieri, provenienti da Stati Uniti, Canada, Australia, Francia, Germania e Sudafrica, affiancare fino a maggio gli insegnanti di lingua durante le ore di lezione negli Istituti Inferiori e Superiori di tutto il Piemonte, nel contesto delle Linee d’indirizzo sulla mobilità studentesca giovanile.

I giovani insegnanti sono arrivati a Torino una settimana fa e hanno visitato il capoluogo piemontese nel corso dei due giorni di Orientation prima di recarsi nelle scuole coinvolte, tra cui anche un istituto di Milano. 

Marina Biancotti, responsabile del progetto, spiega che “Il Progetto WEP Teacher Assistant è giunto ormai con successo al suo quinto anno e sono sempre moltissime le scuole che chiedono di aderirvi. Nel periodo febbraio - maggio 2018 saranno presenti 33 madrelingua provenienti da Stati Uniti, Australia, Canada, Sudafrica, Francia e Germania. La presenza di un insegnante madrelingua nelle classi costituisce un’importante risorsa nella didattica delle lingue straniere. I ragazzi vengono ospitati in famiglia e questa è un’opportunità preziosa per un reciproco scambio culturale e relazionale.”

Nel corso degli anni sono stati 200 i Teachers arrivati in Italia, provenienti anche da Cina, Cile e Giappone e, per quest’anno, gli istituti coinvolti non si trovano solo nel torinese, ma anche in altre province del Piemonte, come Alessandria, Cuneo e Verbania.

La sinergia tra un'organizzazione privata e un'istituzione pubblica, insieme alla gratuità del progetto, hanno permesso di combinare esigenze didattiche e organizzative senza costi aggiuntivi per le istituzioni scolastiche.

Infatti, se i giovani insegnanti sono selezionati dalla Wep, le scuole provvedono a organizzare l’ospitalità in famiglia dei ragazzi stranieri.

Come dice il professore Massimo Roccuzzo dell’IC Vittorino da Feltri-Fermi di Torino “Il Progetto Wep Teacher Assistant cresce e si evolve. Il mutamento delle esigenze formative impone di adattare l’impiego delle ‘risorse’ rappresentate dagli assistenti madrelingua al consolidamento del curriculum verticale, declinando e spalmando le attività in seminari e corsi di Lingua svolti nella scuola dell’infanzia fino ad arrivare alla secondaria di primo grado. Parimenti, il nuovo dettato normativo che prevede di sottoporre gli alunni Prova Invalsi d’inglese ci consente di ridisegnare, in maniera sempre più definita, i contenuti delle attività programmatiche a partire dall’anno scolastico in corso”.

Wep è un'organizzazione internazionale per i giovani, che segue ogni anno 4000 ragazzi in partenza dall’Italia verso 65 Paesi e in arrivo nella penisola da tutto il mondo, con soggiorni di gruppi scolastici durante l'anno o durante l'estate, corsi di lingua all’estero; programmi di lavoro, stage e viaggi solidali all’estero, i programmi High School per i ragazzi delle superiori per trascorrere un trimestre, un semestre o un anno scolastico all’estero e studi universitari all’estero, in Usa, Gran Bretagna, Canada e Australia.

Maggiori info si possono avere telefonando al numero 0116680902, oppure scrivendo a info@wep.it

Copyright © TorinoFree.it, il blog di Torino e hinterland IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI


Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.