• Home
  • CRONACA
  • La situazione in Piemonte, a ieri sera si contavano in totale 8.641 positivi e 734 decessi. In crescita le guarigioni

La situazione in Piemonte, a ieri sera si contavano in totale 8.641 positivi e 734 decessi. In crescita le guarigioni

piemonte regione visitare lonely planet 2019La situazione In Piemonte è stata illustrata questa mattina dall’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi: "Abbiamo assunto oltre 1.100 persone tra medici e infermieri, abbiamo i militari che ci sostengono e che ci danno una mano. La difficoltà vera è quella di trovare il personale, già raro prima, specializzato in anestesia e rianimazione, sia medici che infermieri. Con le nuove assunzioni - ha proseguito l'assessore  - cercheremo di colmare le lacune anche nelle case di cura dove purtroppo soggiornano i soggetti più deboli e più fragili”.

Sempre in Piemonte è da oggi operativo da oggi l'ospedale di Verduno (Cuneo), che la Regione Piemonte ha completato con qualche settimana d'anticipo per far fronte all'emergenza coronavirus. Oggi l'arrivo dei primi venti pazienti nelle 55 camere e nei tre letti di terapia intensiva. "Mettiamo questa struttura a disposizione di tutto il Piemonte - ha spiegato in una conferenza video su Facebook il governatore Alberto Cirio -. Accoglierà i pazienti che, hanno superata la fase acuta".     

Sempre in Piemonte dal 20, la clinica Maugeri di Veruno in provincia di Novara, ha accolto i pazienti affetti da coronavirus, accogliendoli da diversi ASL territoriali. Si è iniziato con 22 posti nel reparto di Pneumologia, dove è stata approntata un’area Covid ricavata dal direttore Gianluca Avanzi con il primario Bruno Balbi. Altri pazienti sono stati ricoverati presso la casa di cura Casa dei Cedri del Gruppa Habilita a Fara novarese.

Nei reparti "covid" degli ospedali vercellesi sono arrivate le maschere da snorkeling trasformate in respiratori polmonari per il trattamento dei pazienti colpiti da coronavirus. Nei giorni scorsi l'Asl di Vercelli dopo la sperimentazione grazie alla collaborazione degli studenti del Liceo Scientifico Avogadro, che hanno modellato una valvola per collegare la maschera ai respiratori polmonari Cpap, e del primario di Malattie Infettive dell'ospedale Sant'Andrea, Silvio Borrè. A fare da raccordo il consigliere regionale e presidente della commissione Sanità della Regione, Alessandro Stecco. La valvola è quella di Isinnova, un'azienda di Brescia che ha brevettato il disegno e lo ha reso disponibile gratuitamente. Il progetto in 3D è stato realizzato in collaborazione con altri studenti che partecipano alla scuola di robotica dello Scientifico di Vercelli.

Nel cuneese, è stata sgomberata una casa di riposo, con l’evacuazione immediata dei 37 anziani ospitati nella casa di riposo 'Don Bartolomeo Rossi' di Villanova Mondovì (Cn) dopo la morte, l'ultimo caso ieri sera, di quattro ospiti positivi al coronavirus Tutti gli anziani sono stati portati all'Ospedale di Mondovì, per essere sottoposti a tampone e in giornata verranno trasferiti in strutture idonee.

Sempre in provincia di Cuneo è stato chiuso l'hospice di Busca, struttura dedicata ai malati oncologici, sono risultati positivi al coronavirus. L'Asl ha sospeso temporaneamente gli accessi, perchè degli operatori sanitari sono risultati positivi. 

 

 

 

 

Pin it

Copyright © TorinoFree.it, il blog di Torino e hinterland IT13181390157