• Home
  • CRONACA
  • CRESCE L'OCCHIALERIA PIEMONTESE, CON LA SUA PROPOSTA DI DESIGN ED INNOVAZIONE

CRESCE L'OCCHIALERIA PIEMONTESE, CON LA SUA PROPOSTA DI DESIGN ED INNOVAZIONE

occhiali piemonte 1Secondo un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza e Lodi sui dati Registro Imprese, sono 920 le imprese italiane nella fabbricazione di lenti e occhiali al primo trimestre 2018, +2,1% rispetto all’anno precedente.

Le provincie trainanti del settore sono gli storici distretti dell'occhialeria di Belluno e Treviso, vero e proprio cuore mondiale della produzione. Seguono Varese e Milano, con 28 e 27 imprese, a testa, seguite da Torino e dal Piemonte in generale.

Anche il Piemonte infatti, da una decina d'anni ha un suo distretto dell'occhialeria, non localizzato in un’area specifica, ma sparso un po' per tutta la regione, da Torino ad Asti, al Cusio-Verbano, ad Alba.

Un comparto piccolo, ma attivo e dinamico, con aziende che propongono design, spesso d'avanguardia, materiali innovativi e soluzioni cromatiche tra le più svariate e azzardate, trovando un riscontro positivo tra il pubblico. Registrando un successo sia sul mercato nazionale, che su quello estero, dove si annotano interessanti risultati per alcune società.

Sono ormai circa una ventina le aziende piemontesi, che partecipano regolarmente alle fiere di settore, come Mido a Milano.

Un mercato importante quello italiano, che ha esportato occhiali da sole per circa 3,7 miliardi di euro nel 2018, indicano le proiezioni, che significherebbe una crescita dello 0,8% rispetto al 2017, contro un import di 1,5 miliardi.

Gli occhiali italiani piacciono soprattutto negli Stati Uniti, dove si è registrato un aumento delle esportazioni del 2%. Un mercato importante che assorbe il 26% dell’export per quasi 1 miliardo di euro, da solo assorbe più di un quarto delle intere esportazioni. La Francia è stabile e si conferma il secondo Paese, con 456 milioni di euro di export (12,3% dell’export), terzo il Regno Unito a quota 251 milioni di euro (+5,1% in un anno), seguito dalla Germania con 233 milioni (in calo del 3,2%). Tra i principali Paesi, cresce l’export verso Hong Kong (+25%), Svizzera e Svezia (+24%), India (+21%) e Messico (+15%).

Copyright © TorinoFree.it, il blog di Torino e hinterland IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI


Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.