Storico Carnevale di Ivrea 2019

carnevale ivrea 2019 1Come ogni anno, a Ivrea il giorno dell’Epifania, domenica 6 gennaio, segnerà l’inizio ufficiale del Carnevale, con la musica che il gruppo dei Pifferi e Tamburi suonerà alle 8,30 in Piazza di Città, svegliando gli eporediesi e i forestieri che si trovano in città.

Saranno due i momenti clou di questa giornata ricca di appuntamenti.

Il primo sarà al mattino, alle 12, con la voce del Sostituto del Gran Cancelliere che terrà la proclamazione del Cittadino Generale 2019 dall’androne del Palazzo Municipale, mentre il secondo è al pomeriggio, dalle 14, con il Podestà e il suo corteo in abiti medievali che faranno rivivere i fasti di Eporedia, con il Corteo del Gruppo Storico de I Credendari diretto dalla Piazza di Città verso la Cappella dei Tre Re al Monte Stella, con l’arrivo previsto per le 14.40.

Alle 16 si terrà la Santa Messa in Duomo alla presenza delle autorità cittadine, del Generale 2019 e dei componenti dello Storico Carnevale e Cerimonia dei Ceri, con il Magnifico Podestà, accompagnato dal suo seguito e dal Gruppo Storico I Credendari, che donerà al Vescovo il cero votivo per invocare la protezione della Madonna sulla Città.

Lo Storico Carnevale continuerà domenica 17 e 24 febbraio, con le Alzate degli Abbà e la presentazione dei Carri da Getto, giovedì 28 con la calzata del Berretto Frigio in Piazza di Città, sabato 2 marzo alle 21 si terrà la presentazione della Vezzosa Mugnaia dal Balcone del Municipio e infine i giorni del 3, 4 e 5 marzo con la spettacolare Battaglia delle Arance, il Corteo Storico e altri momenti imperdibili.

Quello di Ivrea è il più antico Carnevale storico d’Italia, dove storia e leggenda danno vita a una grande festa civica popolare dal forte valore simbolico, in cui Ivrea celebra la propria capacità di autodeterminazione ricordando un episodio di affrancamento dalla tirannide dell’alto Medioevo.

Noto per la spettacolare Battaglia delle Arance che si svolge per tre giorni nelle principali piazze cittadine, il Carnevale di Ivrea ha un complesso cerimoniale che attinge a diverse epoche storiche fino a culminare nel Corteo Storico, con protagonista la Vezzosa Mugnaia, simbolo di libertà ed eroina della festa, fin dalla sua prima apparizione nel 1858.

Altri personaggi sono il Generale, di origine napoleonica che guida il brillante Stato Maggiore, e a seguire il Sostituto Gran Cancelliere, cerimoniere e rigido custode della tradizione, i giovanissimi Abbà, uno per ognuno dei cinque rioni e il Podestà, rappresentante del potere cittadino, il tutto sulle note delle pifferate degli amati Pifferi e Tamburi.

Il cuore dello Storico Carnevale d’Ivrea, perfettamente tramandato dalla Canzone del Carnevale, è la rievocazione della sollevazione del popolo contro il Marchese di Monferrato che affamava la città, sconfitto dal gesto eroico di Violetta, la figlia di un mugnaio che, ribellatasi allo ius primae noctis imposto dal nobile signore, lo uccise con la sua stessa spada.

Nel corso della festa tutti i cittadini e i visitatori, dal Giovedì Grasso e su ordinanza del Generale, scendono in strada indossando il Berretto Frigio, un cappello rosso a forma di calza che simboleggia l’adesione ideale alla rivolta, ma anche l’aspirazione alla libertà, come fu per i protagonisti della Rivoluzione Francese.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.