Yves Saint Laurent. L’Amour Fou

yyes laurent torino 1Torino, dal 10 al 16 giugno, ospiterà Iconica, un format che ha lo scopo di avvicinare il pubblico alle grandi e piccole storie dei personaggi icone del nostro tempo, dalla moda all’arte, dalla letteratura alla musica, dal cinema al design.

La prima edizione, ideata con il patrocinio della Città di Torino, della Camera di commercio di Torino e di Atout France (Agenzia per lo sviluppo del Turismo Francese), sarà un omaggio a Yves Saint Laurent (1 agosto 1936, Orano, Algeria - 1 giugno 2008, Parigi, Francia), il couturier che ha trovato una strada tra arte, cultura e società nel XX secolo, anticipando il ruolo della moda nel mondo contemporaneo.

Yves Saint Laurent. L’Amour Fou sarà una settimana di eventi, sfilate, mostre, incontri, workshop e laboratori che esplorano l’universo dello stilista francese, a pochi mesi dall’apertura, a Parigi e Marrakech, dei due musei a lui dedicati.

Monica Bruno e Angela Varasano, curatrici della manifestazione, con una selezione privata di circa 150 pezzi, fra abiti e accessori prêt-à-porter, racconteranno un'epoca in cui la moda era artefice di profondi cambiamenti culturali e dove prendevano forma le icone simbolo delle maison internazionali.

Passionale, anticonformista, adorato dalle sue sarte, muse e clienti di tutto il mondo, Yves Saint Laurent lavoro a capi come il caban, il trench o l’abito Mondrian diventati indiscussi simboli di stile, svelò la femminilità nascosta dello smoking, riadattato la sahariana e inventato il tailleur pantalone per regalare alle donne abiti che sarebbero stati il punto di partenza di un intero guardaroba.

La rassegna partirà domenica 10 giugno, dalle 10 alle 19, con una preview al Palazzo della Luce in occasione di Open House, iniziativa che permette di visitare residenze, palazzi, luoghi abitualmente non accessibili a Torino, con un’installazione ideata da Angela Varasano e dall’architetto Fiorenzo Naddeo in collaborazione con gli allievi del corso di Textile & fashion design dello IAAD.

Dal 10 al 12 giugno nella Galleria Marco Polo verranno esposti i capi vintage della Maison e YSL Rive Gauche, con un allestimento a cura dell’architetto Fiorenzo Naddeo realizzato da Rezina.

Il Palazzo della Luce, lunedì 11 giugno, ospiterà alle 16.30 Ulderica Masoni, esperta di gioielli, che narrerà il bijoux vintage, alle 18.30 Enrica Acuto Jacobacci racconterà il grande lavoro che permette di proteggere la tutela dei marchi e alle 21 Silvia Vacirca, docente di forme e linguaggi della Moda all'Università di Torino e Clothes on Film alla Sapienza di Roma, spiegherà le idee del Mediterraneo nel lavoro dello stilista.

Al Cinema Massimo, martedì 12 giugno, alle 21, sarà proiettato il documentario L’Amour Fou, poi Patrizia Cavagliá, psicoterapeuta psicoanalista, proporrà alcuni spunti sugli aspetti più intimi e privati di Yves Saint Laurent.

Nella stessa giornata alla Galleria Marco Polo e da Ocularium, dalle 11 alle 18, si potrà vivere l’esperienza di un set fotografico fra abiti vintage, occhiali e trucchi della Maison YSL, con stylist e fotografi.

Il programma avrà il suo culmine il 13 giugno quando, dalle 20, la Galleria Umberto I accoglierà la sfilata completa delle creazioni di Yves Saint Laurent, a cura di Paola Pellino, Monica Bruno e M.art. in collaborazione con l’Associazione Commercianti della Galleria.

Giovedì 14 giugno al Laboratorio Luparia il pubblico potrà partecipare al workshop Da Mondrian a Matisse, l’arte influenza il lavoro di Yves Saint Laurent, per realizzare su diversi materiali tessili, i pattern dello stilista.

Dalle 18, in Galleria Umberto I, Cristina Morozzi, narratrice di design, critica e curatrice di mostre, Brand Ambassador dell’Istituto Marangoni, dialogherà con l’architetto Giovanni Pellegrini sul lavoro dello stilista e alle 19 Gianluca Bovenzi, storico dell’arte, racconterà la passione di Yyes per l’arte e il collezionismo. 

Venerdì 15 giugno nel Salotto Buono si terranno dei laboratori per bambini a cura di Angela Varasano, dove verranno realizzate delle bambole di carta e alle 18.30, Francesca Lorenzoni, scrittrice e blogger, converserà con Stefania Manfrè, blogger e talent scout su Muse. Dive e donne normali: l’universo femminile di Yves Saint Laurent.

Alle 21, in Galleria Marco Polo, Rosalba Graglia, giornalista e scrittrice, racconterà lo spirito d’intellettuali-collezionisti che ha ideato denìlle case a propria immagine e somiglianza, come Yves Saint Laurent a Parigi e Marrakech.

Il programma terminerà sabato 16 giugno a Villa Sassi, storica dimora del Settecento , immersa in un parco secolare, con un cocktail dinner a cura di Liberamensa Cibi per Menti Libere dal titolo La soirée de L’Amour Fou.

La Libreria Internazionale Luxemburg, bookshop della manifestazione, allestirà una vetrina speciale, esponendo una selezione di testi e libri fotografici sull’universo dello stilista.

Inoltre Nivà Gelato ha creato appositamente un gusto dedicato a YSL, che per tutta la durata della rassegna sarà possibile degustare nei punti vendita Nivà presentando un tagliando che verrà consegnato in tutte le location dell’evento. 

Per più info si può consultare il sito www.iconicatorino.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.