Chiudono le scuole, arriva la baby sitter

famiglia al mare sitter italiaIntorno al 10 giugno la maggior parte delle scuole elementari e medie chiuderanno i battenti per dare il via alle vacanze estive.

Tanto felici i bambini quanto disperati i genitori! Infatti non tutte le mamme possono prendere tre mesi di ferie. Allora inizia la ricerca dei campi estivi, chi facendo riferimento alla parrocchia, chi alla scuola stessa, chi ai costosi centri privati che offrono ormai molteplici alternative, dai camp in inglese, a quello ‘immersione nella natura’ a quelle a tema post (tennis, canoa, calcio). Di certo in molti casi è la baby sitter ‘storica’ a vedersi rinforzato l’orario di lavoro per occuparsi degli spostamenti e colmare i giorni, o comunque le ore, non coperte da queste attività.

Se poi si parla di età prescolare (le materne chiudono a fine mese) non tutti i centri accolgono i bambini di tenera età. Da alcune interviste effettuate da Sitly, il più grande portale per baby sitter a Torino,  è risultato che in generale per i bambini piccoli i genitori prediligano il rapporto 1 a 1 della baby sitter, sempre – dichiarano –  che il candidato risulti essere una tata dinamica pronta a portarli al parco, in piscina, ad organizzare giochi all'aperto e pic nic sul prato. A farli vivere la bella stagione, insomma. Per i bambini più grandi la socializzazione diventa un elemento determinante e dunque si tende a optare per soluzioni in cui si trovino in un gruppo con i coetanei.

Alcune famiglie che hanno  la fortuna di avere i nonni attivi, ‘spediscono’ i nipoti al mare e in montagna con loro, ma sempre più spesso ‘allegando’ la baby sitter, in modo da alleggerire i compiti dei nonni.

bimbaNon solo, il lavoro delle tate potrebbe continuare anche ad agosto: il 48, 5% degli intervistati di Sitly si è dimostrato interessato a portare con sé la baby sitter in vacanza.

Contro l’abitudine più tradizionalista che vede le ferie come un momento di condivisione famigliare, la metà del campione preferirebbe quindi contare sul supporto della Mary Poppins ideale. Dall’altra parte, dal sondaggio, il 57,2% delle baby sitter del database di Sitly si danno disponibili a trascorrere la vacanza con la loro famiglia: domanda e offerta si incontrano dunque.

Per i genitori ne deriva certamente il vantaggio di contare su una persona fidata e apprezzata dai bambini, dall’altra sorgerà la necessità di dover prevedere una stanza a lei riservata o valutare l’affitto di una camera/monolocale adiacente. Con un aumento di costi notevoli. Ma a fronte di una vera vacanza di relax….

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.