Salone del libro di Torino 2018

salone libro torino 2018 1Quello che si terrà da giovedì 10 a lunedì 14 maggio a Torino sarà un Salone del libro con un programma ricco delle idee che conducono al futuro, con la partecipazione compatta di tutti gli editori dopo le polemiche dell’edizione 2017.

L’apertura ufficiale dell’edizione 2018 del Salone del libro si terrà con l’anteprima di mercoledì 9 maggio, quando le Ogr ospiteranno Paolo Cognetti, Premio Strega 2017, che inaugurerà la mostra dedicata alle 5 domande che hanno contraddistinto il conto alla rovescia per il Salone di quest’anno e a cui sono arrivate migliaia di risposte raccolte in un apposito sito.

Le Ogr saranno la location per la musica del Salone, e proporranno diversi concerti per la rassegna Forte Movimento, che trae il titolo dall’omonimo romanzo di Jonathan Franzen.

Ci sarà anche un reading di Fabrizio Gifuni in ricordo dell’uccisione di Aldo Moro, di cui ricorre il 9 maggio il 40esimo anniversario della morte.

L’apertura dei cancelli del Lingotto sarà giovedì 10 maggio alle 10 con Javier Cercas con una lectio dedicata all’Europa, cui seguiranno grandi intellettuali che porteranno al pubblico le loro parole, tra cui Michelangelo Pistoletto, Alessandro D’Avenia, Giuseppe Tornatore, Petros Markarīs, oltre ai finalisti del Premio Strega Europeo, come Fernando Aramburu (Spagna), Olivier Guez (Francia), Lisa McInerney (Irlanda), Auður Ava Ólafsdóttir (Islanda), Lize Spit (Belgio).

Un Premio Nobel al Salone 2018 sarà Herta Müller, grazie alla collaborazione con il Premio Mondello, oltre a Roberto Saviano, che parlerà dei ragionamenti di uno scrittore che lavori sulle serie tv.

Sempre per la serie tv, a Torino ci sarà anche Niccolò Ammaniti, autore della serie Il Miracolo che sarà in programmazione al Cinema Massimo di Torino nei giorni del Salone, oltre a Bernardo Bertolucci e Luca Guadagnino, per un incontro parte del programma sostenuto da Fondazione Sanpaolo Restituzioni, e con una proiezione sabato 12 maggio, all’interno della Mole Antonelliana, di Partner e The dreamers di Bertolucci, che tornerà domenica al Cinema Massimo, senza dimenticare la lectio sulla storia dell’arte di Vittorio Sgarbi e quella sul valore attraverso l’arte di Philippe Daverio.

Tra gli scrittori a Torino ci saranno anche il 96enne Edgar Morin, Roddy Doyle, Maylis De Kerangal nota per Riparare i viventi, e Joel Dicker, Bruno Latour, la fantascienza di Antoine Volodine, Delphine de Vigan, tutti provenienti dalla Francia, paese ospite 2018. 

Lavazza, che ha inaugurato la sua Nuvola, farà parte del progetto Accade domani, con dialoghi come quello tra Jacques Attali e Mario Calabresi sulla storia del futuro, quello con Piero Angela in collaborazione con Cicap, Alice Sebold, autrice di Amabili resti, e Jeremy Rifkin che racconterà la rivoluzione delle stampanti 3d.

Tra gli altri autori arriveranno Alicia Giménez Bartlett, Paco Ignacio II Taibo, Michael Brooks, Eduard Limonov, Björn Larsson, per l’Italia Silvio Orlando, Giordano Meacci Christian Raimo per un omaggio a Foster Wallace, Valeria Parrella per un omaggio ad Anna Maria Ortese, e poi Walter Siti, Loredana Lipperini, Diego De Silva e Luciana Littizzetto.

Tra i temi e gli appuntamenti ci sarà il Superfestival, Autore Invisibile, che dedicherà uno spazio alla traduzione, incontri sulle riviste online, il ricordo della Legge Basaglia, di cui ricorre l’anniversario, Anime Arabe, con uno spazio dedicato a Giulio Regeni con i genitori del ricercatore italiano ucciso in Egitto, Lingua Madre, Chiacchiere di Bottega, oltre a una serie di spazi per il fumetto con l’ormai celebre Zerocalcare e la piazza dei lettori dei librai di COLTI.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.