Torino che legge 2018

torino che legge 2018 1Tra trecento appuntamenti sparsi in spazi pubblici e privati tra cui 31 biblioteche, 26 librerie, per più di 40 luoghi e 28 associazioni ed enti impegnate nelle attività, dal 16 al 23 aprile, sull’onda lunga della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore promossa dall’Unesco, tornerà Torino che Legge, la manifestazione di primavera per il quarto anno promuoverà i libri e la lettura a Torino. 

Torino vivrà un’intera settimana d’incontri con gli autori, spettacoli, iniziative per grandi e piccoli, tutte imperniate sull’importanza e la bellezza della lettura.

La rassegna sarà inaugurata lunedì 16 aprile alle 17.30 alla Biblioteca civica Centrale, con Gino Roncaglia, uno dei più noti esperti italiani di lettura e digitale, per un’occasione dove saranno premiati i lettori più tenaci e amati delle Biblioteche civiche torinesi.

Il 19 aprile numerose scuole di diversi quartieri torinesi faranno quattro passi al di fuori dalle aule per riversarsi nelle strade e nelle piazze con una serie di letture ad alta voce.

Infatti uno degli obiettivi di Torino che Legge per questa edizione è anche la valorizzazione di tutte le realtà e spazi strategici per la riqualificazione delle periferie, con lo scopo di rafforzare la presenza di eventi nei quartieri torinesi.

Tra le tante iniziative in programma ci saranno La 5 che legge, Leggere alla 4, alla 7, alla 8, Passaggio a Nord Ovest, Leggere a Borgo Po, LeggerMente, LIBERinbarriera, Libri in corso.

Eventi speciali sono previsto allo scopo di celebrare la Giornata Mondiale del libro.

Domenica 22 aprile sarà possibile ascoltare una serie di letture sul tram storico per le vie del centro storico, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17. 

Lunedì 23 aprile, invece, alle 16 e alle 20.30 il Cinema Romano proietterà il film documentario Ex Libris. The New York Public Library del Maestro Frederick Wiseman, che sarà un viaggio dietro le quinte della New York Public Library.

Molti saranno gli ospiti in città durante la settimana letteraria, come ad esempio Gianrico Carofiglio, Giuseppe Culicchia, Sandra Petrignani, Margherita Oggero, Bruno Gambarotta, Maurizio De Giovanni, Enrico Pandiani, Tiziano Scarpa, Marco Balzano, Paolo Di Paolo, Enrico Remmert, Martino Lo Cascio, Giusi Marchetta, Marcello Simoni, Laura Pariani, Andrej Longo, Guido Quarzo, Sofia Gallo, Giua e Pier Mario Giovannone.

Inoltre torneranno anche molto iniziative come i bibliotour, un viaggio alla scoperta di biblioteche pubbliche e d’istituzioni private come quella dell’Accademia della Scienze, ma ci sarà anche una grande attenzione per i percorsi formativi per addetti ai lavori.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.